Eko Point per la mobilità ecosostenibile

Un nuovo soggetto si presenta sul mercato della distribuzione di prodotti eco-compatibili per autotrazione

23 novembre 2012 - 6:52

Che sia una idea fruttuosa è tutto da dimostrare, ma intanto i fratelli Cantarelli sono i primi a lanciarla: si chiama Eko Point, azienda di Bergamo, che giovedì 15 ha tenuto una presentazione presso l'Unione del commercio di Milano indirizzata ai gestori delle aree di servizio autostradali.

GPL E METANO – Si tratta di distributori di gas GPL e metano, più il servizio di ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica. Puntare allo sviluppo di una rete distributiva dedicata a questi prodotti e, quindi, specializzata – è la tesi dei fratelli Cantarelli – costituisce oggi “un'opportunità di esercitare sul mercato in condizioni di sicuro appeal rispetto alla struttura dell'offerta della rete consolidata, consentendo di operare, contemporaneamente, con un alto grado di incisività e con margini di sicuro interesse nella formazione del business plan dell'iniziativa”. Lo sviluppo dell'iniziativa si articola su un format specifico che prevede la realizzazione di impianti caratterizzati dalla presenza di ambedue i prodotti a basso impatto ambientale, in abbinamento con la ricarica elettrica. Obiettivo, costituire una rete Eko Point attraverso la formula del franchising, e attivare sinergie importanti sotto il profilo delle azioni di co-marketing e di promozione all'utenza, con l'abbinamento dello sviluppo di una rete presso network commerciali affermati. Si vuole realizzare nel corso del 2013 circa dieci punti vendita con prevalente ubicazione nelle aree urbane.

IN CHE MODO – Al proprio franchisee, questo almeno l'intento, Eko Point assisterà tutte le fasi operative: dall'individuazione delle aree alla definizione del business plan, dal reperimento dei finanziamenti alla realizzazione dell'impianto. E garantirà un supporto continuativo all'affiliato in tutte le fasi del ciclo di vita della struttura, ivi comprese le strategie di comunicazione e marketing territoriale mirato; il tutto in un contesto di piena libertà di mercato, con facoltà di libero approvvigionamento, possibilità di ampliare, senza vincoli contrattuali, la tipologia di attività sull'impianto e una durata contrattuale più flessibile e meno impegnativa per il franchisee.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Preventivass: l’agente non deve usarlo se l’ha già fatto il cliente

Auto elettriche

Auto elettriche e limiti per i neopatentati: il MIMS smentisce il Viminale

Garage auto: norme, spese e tasse sull’affitto