Educazione stradale e patentino nelle scuole di Fiorano

"Educare i ragazzi e i giovani a corretti comportamenti stradali e alla sicurezza nella circolazione - spiega l'Assessore alla Sicurezza Alessandro Borghetti - questo è l'obiettivo ...

6 maggio 2010 - 18:40

“Educare i ragazzi e i giovani a corretti comportamenti stradali e alla sicurezza nella circolazione – spiega l'Assessore alla Sicurezza Alessandro Borghetti – questo è l'obiettivo dell'Assessorato alla Sicurezza del Comune di Fiorano, anche quest'anno impegnato insieme all'assessorato alle Politiche Educative in una campagna di educazione stradale che coinvolge oltre 700 alunni, ovvero tutte le classi quarte delle scuole primarie e tutte le classi delle scuole secondarie di primo grado, in un percorso che fa parte dei Progetti di Qualificazione Scolastica”:

In ogni classe del quarto anno delle primarie vengono tenute tre lezioni di due ore ciascuna, le prime due sono teoriche per illustrare le regole base della circolazione stradale, a partire dai doveri dei pedoni: come si attraversa la strada, l'uso delle strisce pedonali, come si cammina lungo una strada senza marciapiedi. Poi si illustrano le regole per guidare una bicicletta: la segnaletica stradale con particolare attenzione ai segnali di divieto, obbligo e precedenza, le regole base della circolazione stradale come la mano da tenere, la precedenza a destra e l'uso delle piste ciclabili. Le lezioni utilizzano sussidi audiovisivi e strumenti cartacei. L'ultima lezione si svolge nel Parco XXV Aprile, attrezzato per l'educazione stradale perché nei vialetti ripropone la segnaletica orizzontale e, durante le lezioni, vengono disposti circa 70 segnali ed un semaforo funzionante. E' un percorso lungo 700 metri, inserito nel verde e sicuro; la Polizia Municipale che svolge le lezioni teoriche e l'attività pratica, fornisce anche le biciclette di diverse misure in modo che tutti i bambini possano sperimentare il percorso con un mezzo adatto. Incaricato dell'educazione stradale nelle scuole primarie è l'agente scelto Maria Luisa Romagnoli.

Nelle classi delle scuole secondarie di primo grado, l'intervento è differenziato: nelle prime classi vengono svolte una lezione teorica e una pratica nel parco, nelle classi seconde e terze si tiene una lezione in classe.

Il programma presentato nelle classi prime e seconde approfondisce il programma delle elementari, in previsione anche del corso per il patentino del ciclomotore che coinvolge le terze classi, dove si parla del ciclomotore, il suo uso, i documenti necessari, l'assicurazione e che cosa fare in caso di incidente.

L'assistente Sandro Cuppone, della Polizia Municipale, che svolge le lezioni nelle classi secondarie è lo stesso che poi tiene i corsi per il patentino, svolti sempre presso la scuola, con un notevole risparmio per le famiglie, a fronte del costo richiesto presso le autoscuole.

fonte – bologna2000.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SicurAUTO.it al convegno sulla sicurezza delle batterie al Litio

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona