Ecco la Volkswagen Golf a metano, si chiama TGI BlueMotion

Volkswagen presenta la Golf TGI BlueMotion a metano, con un prezzo interessante e prestazioni senza compromessi

14 aprile 2014 - 9:00

Continua l'offensiva di modelli a metano da parte del gruppo Volkswagen. Dopo la Audi A3 Sportback g-tron, di cui vi abbiamo raccontato le nostre impressioni di guida pochi giorni fa, ora è la volta della Volkswagen Golf TGI BlueMotion. Le due auto condividono la stessa base tecnica e anche la soluzione per l'alloggiamento per le bombole. Quello che le differenzia, più di ogni altra cosa, è il cartellino del prezzo. Se la gamma della A3 a metano parte da 25.650 €, quella della Golf a gas naturale si posiziona a circa 7.000 € in meno, iniziando dai 18.500 € della versione Trendline. Tuttavia, Volkswagen specifica che si tratta di un prezzo “promozionato”, che potrebbe quindi salire in un secondo momento. La Golf a metano, quindi, sembra una scelta intelligente per bada molto ai consumi, considerando l'attuale prezzo del gas naturale si spendono circa 3,5/4 € per percorrere 100 km.

UNA PIATTAFORMA DAVVERO MODULARE – La Golf attuale è la settima generazione e lo scorso anno ha vinto il premio “Auto dell'anno”. È il modello che ha inaugurato il pianale modulare trasversale MQB, che è stato concepito sin dall'inizio per adottare diverse motorizzazioni senza problemi. Infatti, con questa versione a metano, la Golf conquista un piccolo record, visto che è disponibile con i classici motori benzina e diesel (anche con trazione integrale), ma anche con un powertrain totalmente elettrico e uno ibrido plug-in. Il nome è nuovo, non più EcoFuel ma TGI BlueMotion, a sottolineare le prestazioni del quattro cilindri turbocompresso da 1.368 cc che eroga 110 CV di potenza tra 5.000 e 6.000 giri/min e 200 Nm di coppia massima tra i 1.500 giri e i 3.700 giri.

1.300 KM DI AUTONOMIA – Questo propulsore può essere accoppiato a un cambio manuale a 6 rapporti oppure al doppia frizione 7 rapporti DSG. L'autonomia massima dichiarata è di 420 km a metano, con un consumo nel ciclo combinato di 3,5 kg/100 km (CO2 di 94 g/km), mentre andando a benzina la Golf può percorrere altri 940 km circa (consumo di 5,3 l/100 km). Ciò significa che riempendo i due serbatoi per il gas naturale (15 kg) e per la benzina (50 litri), la Golf TGI BlueMotion raggiunge un'autonomia teorica di 1.360 km con un solo pieno di carburante. Infatti, le caratteristiche del pianale MQB hanno permesso di alloggiare le bombole per il metano sotto il pianale, senza ridurre la capacità del serbatoio per la benzina, che rimane di 50 litri.

EFFICIENZA AL MASSIMO – L'allestimento dedicato alla Volkswagen Golf TGI BlueMotion prevede il connettore integrato per rifornire il metano, che si trova accanto al bocchettone tradizionale della benzina. Il terminale dell'impianto di scarico è più corto che sulle altre Golf, per non essere visibile dall'esterno ed è collocato davanti all'asse posteriore. Anche i cerchi ruota svolgono la loro funzione: per massimizzare lo scorrimento non sono disponibili misure superiori ai 16 pollici. La Golf TGI BlueMotion è disponibile solo con la carrozzeria a 5 porte, negli allestimenti Trendline, Comfortline e Highline.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Risarcimento con procedura ordinaria sinistro

Sinistro con auto non identificata: per la Cassazione bisogna provarne la presenza

UK: la prima rotonda che dà la precedenza a ciclisti e pedoni

Previsioni traffico Natale 2019

Previsioni traffico 7, 8 e 9 agosto 2020, il weekend più caldo