Ecco il Regolamento sui tre preventivi RCA

L'Isvap ha posto in pubblica consultazione il Regolamento sui tre preventivi RC Auto, previsti dalla Legge liberalizzazioni

12 luglio 2012 - 6:00

Facciamo un passo indietro, quando a fine marzo la Legge liberalizzazioni imponeva all'agente di proporre tre preventivi RC Auto al cliente: si attendeva il Regolamento dell'Isvap (l'autorità che vigila sulle Assicurazioni), che è appena arrivato in pubblica consultazione (vedi allegato).

NORMA IMPORTANTE – Infatti, l'Isvap ha dato avvio al Regolamento attuativo di una delle principali norme della liberalizzazione in materia di RCA, ponendo in pubblica consultazione sul proprio sito lo schema di regolamento sui tre preventivi che gli intermediari sono tenuti a rilasciare al contraente prima della stipula del contratto. La disposizione mira a potenziare la mobilità della clientela assicurativa e incentivare le dinamiche concorrenziali. Per arrivare al testo, l'avvio della pubblica consultazione è stato preceduto da una serie di incontri con i rappresentanti di Imprese, intermediari e associazioni dei consumatori, per un confronto sui principali aspetti applicativi della nuova disciplina. L'intermediario dovrà consegnare al cliente almeno tre preventivi “personalizzati”, cioè calibrati sulle caratteristiche oggettive e soggettive dello specifico profilo di rischio del cliente e rilasciati da Compagnie appartenenti a diversi gruppi assicurativi. Il preventivo su misura, insomma, per far pagare poco ma anche per proteggere a dovere il consumatore. È inoltre prevista la consegna delle relative note informative, per fornire indicazioni sui contenuti contrattuali oltre che sul premio.

RESTA IL PARADOSSO – Gli intermediari potranno utilizzare esclusivamente i servizi di preventivazione aziendali disponibili sui siti Internet delle Imprese, il servizio pubblico online di comparazione “Tuopreventivatore“, presente sul sito dell'Isvap, nonché servizi di comparazione appositamente costituiti e gestiti dalle associazioni degli intermediari. Nella scelta dei preventivi personalizzati da fornire al cliente gli intermediari dovranno rispettare le regole di diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità. Tradotto, se ci sono RCA più convenienti di altri Gruppi, l'agente dovrà proporle; e qui sta il problema più grosso della norma, che farà nascere polemiche pure in futuro: per paradosso, l'intermediario dovrebbe favorire altre Compagnie che lui non rappresenta. Gli intermediari dovranno conservare la documentazione relativa ai preventivi rilasciati, in modo da consentire all'Autorità di vigilanza controlli ex post per verificare la correttezza e l'adeguatezza delle informazioni fornite. L'Isvap vigilerà su tale aspetto. Infine, per accrescere il livello di informativa e le possibilità di comparazione a favore di tutti i consumatori, è stato previsto – a carico delle Imprese che operano via Web o telefono – l'obbligo di pubblicizzare la possibilità per il consumatore di comparare le offerte RCA tramite il servizio pubblico di comparazione “Tuopreventivatore”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto incidentata: si possono contestare i rilievi della polizia?

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre