Ecco come negli altri paesi vanno giù duro, diritto al bersaglio contro la violenza stradale

Abbiamo deciso di rompere gli indugi e di pubblicare alcuni spot per la sicurezza stradale utilizzati dagli altri paesi. Si tratta di filmati duri, sconsigliabili per le persone troppo ...

27 ottobre 2010 - 16:05

Abbiamo deciso di rompere gli indugi e di pubblicare alcuni spot per la sicurezza stradale utilizzati dagli altri paesi. Si tratta di filmati duri, sconsigliabili per le persone troppo sensibili.
In Italia nella guerra per la sicurezza stradale che conta numeri da brivido fra pedoni, ciclisti, motociclisti continuiamo a sparare proiettili fatti di batuffoli di cotone. Gli altri paesi anche del centro e nord Europa vanno dritti, duri, implacabili con spot che sono una fucilata al bersaglio delle coscienze.
Qualcuno ci dirà: ma voi dell'Asaps come fate a sapere che questa sia la scelta più giusta? Come fate a dire che quegli spot così hard proiettati nelle televisioni e sale cinematografiche di tanti paesi che si battono per la sicurezza stradale siano più efficaci di molti filmati soft adottati da noi? La risposta è semplice: le scuole di pensiero degli specialisti della comunicazione sono divise. Quindi noi non sappiamo quale sia la scelta più giusta.
Però sappiamo una cosa: gli spot più duri vengono proiettati in paesi come il Portogallo, la Francia, la Spagna e l'Inghilterra, guarda caso quelli che dal 2000 in poi hanno ottenuto i migliori e più clamorosi risultati per la sicurezza stradale? Voi direte: solo grazie agli spot? Certo che no!
Grazie anche a ben altre misure che si chiamano controlli frequenti, leggi severe applicate con fermezza con la certezza della sanzione e non, come da noi, con la certezza del ricorso. Poi ci sono anche gli spot. Quei paesi intanto raggiungeranno il traguardo del calo del 50% degli incidenti e delle vittime entro il 2010, anche, forse, con il contributo di quegli spot.
A noi ci basta e, almeno sul sito dell'Asaps, li mettiamo a disposizione. Ognuno si faccia un parere.

Giordano Biserni
Presidente Asaps

 

Guardate gli spot scelti per voi

Campagna contro la l’alta velocità (Gran Bretagna)

Campagna contro gli sms alla guida (Gran Bretagna)

Campagna sull'uso delle cinture di sicurezza (Gran Bretagna)

Campagna sull'uso del casco (Danimarca)

Campagna contro la guida in stato di ebbrezza (Australia)

Campagna rispetto limiti di velocità (Gran Bretagna)

Campagna sull'attenzione alla guida (Australia)

Campagna contro la guida in stato di ebbrezza (Stati Uniti)

Campagna sul rispetto dei limiti di velocità (Francia)

Campagna sulla pericolosità del fumo alla guida (Spagna)

 

 

fonte – asaps.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Safety Days 2022

Safety Days 2022: zero vittime della strada in 12 Paesi UE

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Offerte auto con rottamazione

Offerte auto con rottamazione: ottobre 2022