Eccesso di velocità: la Svizzera pullula di autovelox nascosti

La polizia svizzera nasconde ovunque i 900 radar in dotazione per fotografare chi corre troppo

26 agosto 2014 - 9:00

La Polizia cantonale ha in dotazione ben 900 rilevatori di velocità e a giudicare dalla genialità con cui riesce a nascondere autovelox e tele laser agli automobilisti, non è affatto difficile farsi beccare oltre il limite. In Svizzera l'eccesso di velocità non è roba da poco e a farne maggiormente le spese potrebbero essere proprio gli automobilisti di passaggio, abituati in patria a frenare poco prima della postazione autovelox. L'impossibilità di accorgersi in tempo del rilevatore di velocità ha permesso alla polizia elvetica di elevare dall'inizio del 2014 ad oggi oltre 4 milioni di multe per eccesso di velocità.

IN SVIZZERA IL LIMITE AUTOSTRADALE E' 120 KM/H – A mettere in guardia gli automobilisti elvetici è il TCS (Touring Club Svizzero) con una nota in cui parla di circa un rilevatore di velocità ogni 8.999 abitanti. Se da un lato c'è chi ha imparato a convivere con la severità svizzera ammirandone l'efficienza, dall'altro non tutti gli automobilisti stranieri che percorrono le strade cantonali sporadicamente sono abituati a rallentare e frenare ad ogni attraversamento pedonale. Figuriamoci poi se guidando un'auto magari sprovvista di cruise control riescono a tenere bene a mente che il limite in autostrada è 120 km/h, spesso diverso dal Paese di provenienza. Abitudini o no le regole sono regole e vanno rispettate e questo concetto forse è impresso meglio nella mente degli automobilisti svizzeri, che impiegano fino a 3 anni e 3300 euro per prendere la patente di guida. Anche questo però non basta a scongiurare il rischio di venire immortalati da un radar della polizia nascosto nei posti più fantasiosi, dal cestino dell'immondizia al ramo di un albero piuttosto che al finto “panettone” fin dietro le finestre di un rudere sul ciglio della strada. In molti casi, come nell'immagine in alto, basta coprire l'apparecchio con una coperta mimetica per camuffarlo con il prato circostante.

13 AUTO IN BORGHESE PATTUGLIANO IL TICINO – Nel solo Cantone Ticino, dove la maggior parte dei turisti italiani si dirigono in visita a parenti e amici autoctoni solo i radar fissi sono segnalati con cartelli entro un raggio da 1 a 3 km dalla postazione di rilevamento della velocità, mentre le postazioni mobili possono essere occultate dalla Polizia nei modi più disparati. E a giudicare dai 900 radar fissi e mobili in dotazione alla Polizia è plausibile sentirsi osservati ad ogni angolo della strada. Se ciò non bastasse a garantire una viabilità sicura, oltre a nuovi 4 laser, 2 radar a onde e 5 apparecchi fissi, la polizia cantonale del Ticino ha a disposizione anche 13 auto-civetta equipaggiate per monitorare la velocità e fotografare i trasgressori anche in movimento. “Nel Ticino sono 53 i dispositivi che controllano la velocità degli automobilisti su strade e autostrade, pari a 1,53 radar ogni 10.000 abitanti. Un dato, quest'ultimo, molto elevato in base alla media delle altre regioni.” È quanto emerge da un'inchiesta condotta da Matin Dimanche del quotidiano Sonntagszeitung.

NEL 2014 4 MILIONI DI MULTE PER ECCESSO DI VELOCITA' – Pare che la Polizia cantonale sia riuscita anche ad accordare con alcuni residenti la collocazione dei dispositivi tele laser dietro alle finestre di casolari o ruderi a ridosso di strade urbane ed extraurbane per monitorare la velocità delle auto in transito. E mentre da noi una multa per eccesso di velocità si può annullare con una sentenza del GdP se il radar mobile non è adeguatamente segnalato e visibile, altrove è del tutto normale nascondere il rilevatore di velocità alla vista degli automobilisti. In fondo, se un limite di velocità c'è va rispettato sempre e comunque per la sicurezza degli utenti della strada; anche se i 180 milioni di franchi (circa 149 milioni di euro) incassati da inizio 2014 grazie alle multe per eccesso di velocità fanno comodo per mantenere anche efficienti e sicure le infrastrutture a spese di chi sgarra.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali