È pronto il progetto definitivo per la Variante alla Varesina

Nel 2014 arriverà la Variante alla Varesina, un progetto complesso per agevolare il traffico dei comuni milanesi

25 gennaio 2012 - 8:00

È stato reso noto il progetto definitivo per la Variante alla Varesina. Alla comunicazione ufficiale erano presenti i Sindaci dei comuni di Bollate e Baranzate, Stefania Lorusso e Giuseppe Corbari, e il Commissario Prefettizio del Comune di Arese, Emilio Chiodi. Il progetto definitivo della Variante della Varesina, Sp ex SS 233 da Arese a Baranzate, è stato presentato da Giovanni De Nicola, Assessore alle infrastrutture e mobilità della Provincia di Milano.

IL PROGETTO – Il progetto andrà a svilupparsi su circa tre chilometri, uno dedicato alla riqualifica della sede esistente, tra le intersezioni con Via Monte Resegone e Via Vismara (nel Comune di Arese) e due ad un nuovo tracciato che arriverà fino allo svincolo della S.P. 46 Rho Monza (nel Comune di Baranzate). Inoltre è prevista la realizzazione di tre nuove rotatorie e tre manufatti. I manufatti saranno uno in attraversamento del canale scolmatore nord ovest (nel Comune di Bollate) e altri due minori per il superamento del torrente Guisa, uno nelle vicinanze della S.P. n. 133 “Bollate – Lazzate” ed uno adiacente al canale scolmatore nord ovest. È stata prevista una corsia per senso di marcia, per l'intero tracciato. Il calibro stradale è inoltre sviluppato al piano campagna, questo per minimizzare l'impatto volumetrico sul territorio. 

I VANTAGGI DELLA VARIANTE – Lo sviluppo di questa variante andrà a liberare dal volume di traffico di attraversamento, attualmente pari a circa 26.000 veicoli al giorno, su 29.000 totali, i centri abitati di Ospiate e Baranzate (con un indubbio vantaggio per la sicurezza dei cittadini). I mezzi verranno quindi spostati sul nuovo tracciato che, grazie alla connessione con il nuovo itinerario Rho-Monza, agevolerà anche la viabilità verso l'area Expo. Questo nuovo tracciato agevolerà anche il collegamento con i comuni dell'area del Parco delle Groane mediante la “dismissione di un incrocio semaforizzato e la realizzazione di un innesto in corrispondenza della nuova rotatoria sita poco più a nord”. 

I COSTI DEL PROGETTO – Per la realizzazione di questo progetto sono stati previsti 9 milioni di euro, cui investimento andrà anche ad intervenire sulla “mitigazione acustica ed ambientale quali barriere fonoassorbenti nella frazione di Ospiate e aree a verde”. La società responsabile del progetto, che si è aggiudicata l'appalto per la progettazione definitiva ed esecutiva e per lo studio di impatto ambientale, è la Società Consortile a Responsabilità Limitata CONCISE, supervisionata dalla Provincia di Milano, nello specifico dall'Assessorato alle Infrastrutture e Mobilità, Settore Sviluppo Rete Stradale. 

LE TEMPISTICHE – Per quanto riguarda le tempistiche del progetto, per il 2012 è prevista la presentazione ai Comuni, la conferenza dei servizi, l'approvazione del progetto definitivo, quindi il successivo progetto esecutivo, cui segue la procedura autorizzativa ed approvativa, per poi giungere all'approvazione del progetto esecutivo. Nel 2013 sono previste le procedure di gara e la realizzazione. Per la fine dei lavori, bisognerà attendere il 2014.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente con cane senza guinzaglio

Incidente con cane senza guinzaglio: chi paga i danni?

Autovelox e telecamere Ztl

Autovelox e telecamere Ztl possono verificare assicurazione e revisione

Decreto semplificazioni: le grandi opere che il Governo intende sbloccare