E' competente il Giudice di Pace per l'opposizione alla sospensione della patente ai sensi dell'art. 223 comma 3 del Codice della Strada (Cass. pen., n. 27343/2009)

Nella fattispecie il Giudice di Pace di Torino ha ritenuto inammissibile il ricorso propostogli da un soggetto verso cui il Prefetto aveva emesso provvedimento di sospensione della patente a...

12 Gennaio 2010 - 11:01

Nella fattispecie il Giudice di Pace di Torino ha ritenuto inammissibile il ricorso propostogli da un soggetto verso cui il Prefetto aveva emesso provvedimento di sospensione della patente a seguito di contestazione del reato di cui all'art. 189 comma 1 e 6 del Codice della Strada.

Il Giudice di Pace aveva infatti sostenuto che essendo la sospensione della patente di guida una sanzione accessoria del reato di cui sopra, l'opposizione doveva essere presentata all'autorità competente a giudicare l'ipotesi di reato.

La Cassazione (sez. II, 24 dicembre 2009, n. 27343), contestando l'assunto della Sentenza impugnata, afferma che la sospensione della patente nella fattispecie non era la conseguenza di un condanna penale, ma del provvedimento prefettizio ex art. 223 terzo comma del CdS con finalità meramente cautelative nell'attesa che venga accertata in sede giudiziaria la responsabilità penale al momento solo ipotizzata.
Di conseguenza, il giudice di Pace è competente a giudicare sull'opposizione ad provvedimento prefettizio di cui sopra dovendone accertare solo i presupposti previsti dall'art. 223 terzo comma.

Fonte – lapraticaforense

Commenta con la tua opinione

X