Presentato al Dealer Day il nuovo piano di business di Leasys

In un momento di forte sofferenza per i concessionari, Leasys viene incontro alle reti portando nuove fonti di utile

16 maggio 2012 - 7:00

La società di noleggio a lungo termine di FGA Capital (Fiat e Crédit Agricole) gestisce attualmente una flotta di circa 100 mila unità, con un parco circolante composto da veicoli (auto, mezzi commerciali e allestiti) di tutte le marche, ma in gran parte, ovviamente, dei marchi Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Fiat Professional. Durante il Dealer Day Leasys ha confermato di aver avviato importanti investimenti sui sistemi informativi, che si concretizzeranno nel corso dell’anno, in modo da poter fornire alle reti commerciali e di assistenza nuovi strumenti operativi necessari a una gestione efficiente. Leasys inoltre si è presentata alla manifestazione veronese con importanti novità societarie.

COLLABORAZIONE – La principale novità è la nuova visione del modo di collaborare con la rete dei concessionari: la vendita diretta di Leasys verso i clienti diventa di fatto un’opportunità per lavorare di più e meglio con la rete dei concessionari, coinvolta nelle forniture di autoveicoli sui grandi clienti. Questa scelta è molto importante e potrebbe salvare molti concessionari dalla chiusura, perchè permette ai dealer di non essere privati, a differenza di ciò che avveniva in passato, degli utili provenienti dalle flotte. Per poter gestire in modo ottimale la relazione con i propri partner, Leasys ha potenziato anche il presidio a livello locale con 6 aree responsabili dello sviluppo di tutti i canali di vendita.

MANDATO LEASYS – Tra le novità proposte, il nuovo modello di business pensato per le proprie reti di vendita e assistenza è il “Mandato Leasys”, cui hanno già aderito oltre 120 concessionari della rete di Fiat Group Automobiles, che stabilisce una gestione integrata e modulabile delle diverse componenti del business del noleggio a lungo termine di Leasys, unendo l’attività di procacciamento classica con quella di fornitura dei veicoli, nonchè la manutenzione ordinaria e straordinaria: questo offre ai concessionari l’opportunità di accrescere e diversificare il proprio business, rendendoli più dinamici e competitivi sul territorio di competenza. Servirà a salvarli dalla crisi?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

DPCM 24 ottobre 2020

DPCM 24 ottobre 2020: spostamenti ‘sconsigliati’ (ma non vietati). Testo PDF

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché