Dacia Duster Gpl 2018: prova su strada in anteprima

La nuova Dacia Duster 2018 si arricchisce della versione GPL 1.6 da 115 CV della Landi Renzo. Non è un razzo, ma ha buon comfort e una dotazione ricca

Dacia Duster Gpl 2018: prova su strada in anteprima
Ad alcuni mesi dal lancio, anche la seconda generazione della nuova Dacia Duster che qui abbiamo provato con motore diesel, torna a calcare il mercato con la motorizzazione Gpl. Spinta da un motore 1.6 benzina da 115 CV, l'auto, che con le sue 152.000 unità vendute in Italia dal lancio, nel 2011 è la leader straniera della categoria Suv C per ciò che concerne le vendite ai privati, monta un impianto realizzato da Landi Renzo. L'azienda emiliana lo spedisce allo stabilimento rumeno di Pitesti, dove Duster nasce, e lì viene assemblato direttamente dalla Casa. I boschi del Molise hanno fatto da cornice alla prova su strada della nuova motorizzazione, che completa in questa maniera la gamma Gpl della Casa.

IL PRIMO MOTORE EURO 6D-TEMP

Il nuovo motore da 115 CV alimentato a Gpl è il primo del Gruppo Renault a rispettare la direttiva Euro 6D-Temp. La Duster, che si presenta a listino con trazione è 4X2 e cambio manuale a 5 marce ed è dotata di un serbatoio dedicato al gas di 33,6 litri, con i quali è possibile percorrere ben 436 km. Aggiungendo i 50 litri di capienza del serbatoio di benzina è possibile percorrere fino a 1.269 km complessivi. Idealmente si può quindi attraversare lo Stivale, da Aosta a Otranto, senza fermarsi a fare rifornimento. L'auto risulta conveniente anche per quanto riguarda i costi di manutenzione programmata, che prevede la sostituzione del filtro dello stato gassoso e dello stato liquido del sistema di alimentazione rispettivamente ogni 40.000 e 80.000 chilometri. La nuova Dacia Duster anche coperta da una garanzia di 36 mesi ed è offerta ad un prezzo di partenza di 13.350 euro, per l'allestimento Essential. Per ogni livello superiore d'allestimento il prezzo della versione Gpl è di soli 500 euro in più rispetto alla stessa versione dotata del solo motore a benzina.

A TUTTO COMFORT

Centocinquanta chilometri che sono stati percorsi tutto d'un fiato: questa la prima impressione al termine della prova su strada, caratterizzata da un tracciato misto lungo le strade statali e montane del Molise, che con i colori dell'autunno ha saputo offrire uno scenario unico e suggestivo. Il comfort di guida, soprattutto quando non si affrontano tratti tortuosi, è davvero eccellente. Tra le curve, invece, l'assetto morbido, il baricentro alto e le gomme dalla spalla generosa determinano una certa imprecisione nell'inserimento in curva. L'auto fa qello che può nei cambi di direzione repentini, con trasferimenti di carico accentuati, ma una volta trovato l'appoggio, la percorrenza della traiettoria è ben assecondata dal servosterzo ad assistenza elettrica. Eccellente il lavoro svolto dagli impiantisti della Landi Renzo: il passaggio dall'alimentazione a benzina a quella a Gpl che avviene in automatico quando la temperatura dell'acqua raggiunge i 25° - è praticamente impercettibile. Inoltre, non si avverte alcun calo di potenza. L'adozione di nuovi pannelli di insonorizzazione, poi, riduce la rumorosità interna del 50%, a vantaggio del comfort di marcia. Non pensata per correre, indubbiamente questa versione della Dacia Duster è in grado di soddisfare le esigenze di costi di una famiglia ed è incline a gite fuoriporta, magari caratterizzate da divagazioni campestri.

COMODA E SICURA

La nuova Dacia Duster Gpl è offerta con tre livelli di dotazione: Essential, Comfort e, infine, Prestige. La versione provata, Prestige, rappresenta il top di gamma. Ha interni in tessuto interamente rinnovati, comodi e anche spaziosi per la categoria. Anche i tre viaggiatori seduti sui sedili posteriori, infatti, hanno a disposizione parecchio spazio. Convince la presenza di molteplici vani porta oggetti e piace anche il vano bagagli, che ha una capacità di carico di 478 litri che, se si ribaltano i sedili posteriori, raggiunge i 1.623 litri. L'auto è dotata anche di numerosi dispositivi di assistenza alla guida, che arricchiscono di tecnologia il Suv di Dacia. Il Blind Spot Warning, la Multiview Camera e il sistema Keyless Entry, grazie al quale è possibile aprire e chiudere le portiere senza dover cercare le chiavi, ne sono l'esempio più lampante. Lo schermo Media Nav, integrato nella consolle centrale, il volante regolabile in altezza e profondità, il sedile del conducente con regolazione lombare, il servosterzo ad assistenza elettrica, il sistema start-stop e il climatizzatore automatico completano il mix di comfort e tecnologia.

Pubblicato in Prove su Strada il 02 Novembre 2018 | Autore: Redazione


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri