Questo sito contribuisce alla audience de

Cosa succede se un'auto viene riparata male? Il video shock

Una riparazione dal carrozziere non a regola d'arte potrebbe portare a gravi conseguenze, ecco il crash test che lo dimostra

Cosa succede se un'auto viene riparata male? Il video shock

Riparare correttamente

una vettura dopo un incidente di media severità, che ha coinvolto zone strutturalmente importanti e ha fatto funzionare i sistemi di ritenuta (quali airbag, pretensionatori, etc.), non deve essere considerato un lavoro da sottovalutare. Una riparazione non a regola d'arte, come dimostriamo nei video che alleghiamo, mette a rischio la sicurezza degli occupanti in un eventuale nuovo incidente. Ecco perché la scelta di una carrozzeria professionale, ben attrezzata ed aggiornata diventa fondamentale.

ESTETICA SUPERFLUA

Il vero segreto di una corretta riparazione riguarda il "cuore" dell'auto incidentata: la monoscocca. Longheroni principali e rinforzi strutturali non devono essere tralasciati durante una corretta riparazione, come è invece possibile fare con parti esclusivamente estetiche quali i paraurti e i lamierati esterni. Con le auto moderne riparazioni sono sempre più difficoltose, visto il crescente impiego di telai scatolati e acciai altoresistenziali (nonché dell'alluminio in alcune vetture premium), molto più difficoltosi da riparare rispetto agli acciai tradizionali. I longheroni deformati devono essere sostituiti con ricambi originali o equivalenti, rispettando le procedure e i corretti punti di saldatura previsti dall'assemblaggio iniziale dell'auto. In alternativa, solo se le deformazioni sono relativamente contenute, è possibile raddrizzarli a freddo. Il raddrizzamento a freddo consente di lasciare praticamente inalterate le caratteristiche meccaniche dell'acciaio, a differenza della riparazione a caldo, più veloce e più stressante per il materiale di costruzione delle parti strutturali. Inutile e controproducente anche la ricostruzione dei longheroni saldando lamiere d'acciaio solo sulle parti danneggiate, in quanto gli spessori e i punti di saldatura difficilmente potrebbero rispettare le caratteristiche strutturali originali del veicolo. Importante è la verifica finale delle misure caratteristiche del telaio, rilevata tramite costosi banchi di misura in dotazione alle carrozzerie meglio attrezzate, col rilascio finale di un certificato di corretto allineamento.

RISPOSTA AGLI URTI EQUIVALENTE

Una corretta riparazione permette alla struttura di rispondere ad un eventuale impatto come previsto dal progetto originale. Riparazioni inadeguate potrebbero deformare troppo il frontale, oppure longheroni troppo rigidi potrebbero penetrare nell'abitacolo come delle lance, creando non pochi problemi alla sicurezza degli occupanti. Anche il lavoro dei sistemi di ritenuta potrebbe essere compromesso, dato che la risposta strutturale non è quella prevista dal progetto iniziale: gli airbag potrebbero non attivarsi per la bassa decelerazione dovuta a una struttura troppo morbida, oppure potrebbero lavorare male, in quanto la decelerazione sarebbe più severa in caso di frontale troppo rigido. Anche la riparazione mal eseguita dei montanti laterali può essere letale per i passeggeri (vedi video), causando notevoli intrusioni in caso di impatto laterale.

SISTEMI DI RITENUTA FONDAMENTALI

Non da sottovalutare anche il ripristino dei sistemi di ritenuta, quali airbag, cinture di sicurezza e sedili. Recente la nostra scoperta di airbag e/o cruscotti non sostituiti, ma riparati solamente nelle parti che si danneggiano nell'apertura dei "sacchi". Importante invece sostituire il sistema completo, che comprende i sacchi con i relativi generatori di gas e le parti estetiche, che sono progettate per rompersi in maniera programmata per agevolare l'apertura degli airbag in caso di impatto. Anche le cinture sono da sostituire, in quanto il materiale che compone il nastro si sfibra anche in impatti a bassa velocità e non riuscirebbe a sopportare un altro impatto. Anche i pretensionatori delle cinture e i limitatori di carico vanno necessariamente sostituiti, in quanto una volta attivati non sono più riutilizzabili. Importante anche in questi casi l'utilizzo di ricambi originali o equivalenti, per evitare le conseguenze dovute all'utilizzo di componentistica difettosa o peggio contraffatta, come successo negli USA con una partita di airbag venduti con prezzi molto concorrenziali, ma inutilizzabili, se non pericolosi.

ESTETICAMENTE PERFETTA, MA...

Nel video che segue, estratto dal programma inglese Fifth Gear, una Ford Focus viene comprata dal mercato dell'usato. Esteticamente è perfetta, nessun segno di incidente è presente e la vettura è tenuta molto bene. Alzandola su un ponte si nota la riparazione eseguita "alla buona" sulle parti strutturali, specialmente sui longheroni. Per dimostrare la pericolosità di queste riparazioni è stato organizzato un crash test frontale contro un'altra Focus non incidentata. Le differenze di comportamento strutturale sono notevoli, con una maggiore deformazione dell'abitacolo per la vettura mal riparata e potenziali lesioni alle gambe abbastanza gravi, a differenza della Focus con telaio e struttura come da progetto originale, dove il pilota può uscire dall'abitacolo tranquillamente senza alcuna lesione.

Pubblicato in Crash test il 10 Gennaio 2014 | Autore: Luca Comandini


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri