Coronavirus, sanificare l’auto con Ozono funziona o è una truffa?

Sanificare l’auto con Ozono e igienizzare l’abitacolo dal rischio Coronavirus: cosa abbiamo scoperto ad oggi sull'efficacia dell'Ozono per la sanificazione

21 maggio 2020 - 13:30

Sanificare l’auto con Ozono contro il rischio di contagio da Coronavirus sarà una delle maggiori richieste presso autolavaggi e officine. Il trattamento con Ozono funziona davvero contro i virus? Sembrerebbe di si, anche più del Cloro, ma il Ministero della Salute ha fatto marcia indietro rispetto a quanto si sapeva prima del Coronavirus. Per sapere come funziona la sanificazione auto con Ozono abbiamo chiesto chiarimenti anche a una delle maggiori aziende nel settore della sanificazione. Quanto deve durare il trattamento di Sanificazione con Ozono? Sono affidabili i trattamenti con Ozono “fai da te”? Ecco cosa bisogna sapere sulla sanificazione auto con Ozono e l’efficacia sul Coronavirus.

Articolo aggiornato il 21 maggio 2020 alle ore 13:30 con le ultime informazioni diramate dal Ministero della Salute sull’ozono.

CORONAVIRUS: LA PREVENZIONE IN AUTO

Sono molte le aziende automotive chiuse nelle zone di contagio da Coronavirus, ma in tutte le altre città dove non ci sono manifestazioni epidemiche è già “sold-out” di mascherine e gel igienizzante. Secondo il Ministero della Salute però basta seguire semplici precauzioni contro il contagio da Coronavirus, tra cui lavarsi frequentemente le mani con sapone. Ma chi utilizza l’auto con altre persone o con l’auto trasporta passeggeri per lavoro (Taxi ed NCC, ad esempio), come può sanificare l’auto e i sedili? Sicuramente un modo è la sanificazione con Ozono, ma quanto è realmente efficace contro i virus? Il Ministero della Salute (protocollo n° 24482 del 31/07/1996) ha riconosciuto il sistema di sanificazione con Ozono per la sterilizzazione di ambienti contaminati con una serie di validazioni scientifiche. Poi però arriva il dietrofront: il Ministero della Salute, come spiegheremo nei paragrafi successivi, dice che l’Ozono non ha proprietà sterilizzanti. E visto che si potrebbe facilmente cedere alla tentazione di offerte a prezzi allettanti di trattamenti con Ozono o adottare metodi di Sanificazione auto Fai da te, vogliamo mettervi in guardia dalle truffe e aiutarvi a fare chiarezza sulla sanificazione con Ozono contro il virus SARS-CoV-2.

SANIFICAZIONE CON OZONO CONTRO IL CORONAVIRUS O SARS-COV-2

La domanda principale è: si può distruggere il virus SARS-CoV-2 con l’Ozono? La risposta tutt’altro che scontata ce la dà una delle maggiori aziende mondiali nella produzione di macchine per la sanificazione di ambulanze, edifici e autoveicoli. “Ad oggi il Coronavirus è stato isolato solo all’ospedale Spallanzani e in Cina” ci spiega il dott. Marco Piran – Sales Director di Sanity System Italia, quindi non ci sono conferme ufficiali. Considerato però che il Ministero ha validato la capacità dell’Ozono di inattivare agenti patogeni vari (batteri, virus, funghi, muffe; tabella sotto) ci sono solo probabilità che un trattamento di Sanificazione con Ozono possa inattivare anche il Coronavirus. Le stesse probabilità su cui evidentemente confida chi offre trattamenti con Ozono spacciandone per certa l’efficacia. L’ipotesi che lo sia è solo supportata da un articolo scientifico che cita i test al laboratorio nazionale P3 guidato dal professor Li Zelin. “I ricercatori hanno scoperto che il nuovo coronavirus è simile per l’80% al virus SARS nelle sequenze di genomi. È ragionevole prevedere che l’Ozono sia ugualmente efficace (tasso di uccisione del 99,22% virus SARS inoculato su cellule renali) nella prevenzione e nel controllo del nuovo coronavirus” recita l’articolo. Fin qui si tratta solo di ipotesi non confermate. Ma a rimescolare le carte ci pensa il Ministero della Salute.

SANIFICAZIONE CON OZONO: PIU’ EFFICACE DEL CLORO?

La letteratura scientifica citata dal Ministero della Salute sull’utilizzo dell’Ozono come trattamento dell’aria in ambienti agroalimentari, sembra – in prima battuta – dare consistenza alla sua efficacia anche contro i virus (vedi immagine sopra). Il documento ufficiale, infatti, riguardo al potere ossidante di alcune sostanze riporta quanto segue. “Il forte potere ossidante dell’ozono consente al gas di ossidare e inattivare numerosi composti organici e inorganici. […] A livello cellulare, anche i principali effetti tossici dell’ozono sono riconducibili al suo potere ossidativo e quindi alla capacità di ossidare e perossidare le biomolecole, sia direttamente che indirettamente“. Ma non solo: l’Ozono ha un potere ossidante anche maggiore del Cloro e dell’H2O2 (immagine sotto), sostanze largamente consigliate contro il Coronavirus. Peccato che a parte soluzioni a base di cloro e perossido di idrogeno le linee guida ufficiali contenute nel DGPRE 5443, non fanno alcun cenno all’ozono come sanificante.

IL MINISTERO FA MARCIA INDIETRO SULL’OZONO

Il Ministero della Salute ha solo di recente smentito l’ipotesi che il gas possa eliminare il Coronovirus: “L’ozono non ha proprietà sterilizzanti“. E poi spiega meglio perché: “Si tratta di una sostanza attualmente sottoposta a valutazione all’interno del Regolamento 528/2012 Biocidi, in attesa di essere autorizzata“. “Le sue proprietà, note in letteratura scientifica e già applicate in alcuni settori (vedi sopra, ndr), non sono al momento sufficienti a garantirne l’adeguatezza dello specifico uso tecnologico come disinfettante“. Questa dichiarazione sembra mettere in discussione quanto il Ministero della Salute riportava nel documento che si può leggere al paragrafo precedente. E infine arriva la retromarcia finale, non proprio chiara, legata al fatto che l’Ozono non è ancora stato inserito tra i presidi efficaci contro il Coronavirus. “Rimane la possibilità di un uso per la sanificazione intesa come intervento di pulizia approfondita“. Quindi, per ora, sanificare con Ozono, secondo il Ministero della Salute, non porta benefici certi contro il Coronavirus. Resta la possibilità di utilizzarlo come trattamento per l’igienizzazione. Vediamo allora quanto deve durare un trattamento di “sanificazione” auto con Ozono. Per maggiore chiarezza abbiamo spiegato qui cosa cambia tra sanificazione, disinfezione e igienizzazione.

DURATA E COSTO DELLA SANIFICAZIONE AUTO CON OZONO

Quanto deve durare un trattamento con Ozono? Come ci spiega Piran, un trattamento di sanificazione con Ozono senza creare danni ai veicoli o fastidi agli utenti, dipende dalla durata e dalla concentrazione di Ozono. La concentrazione deve permettere una durata del trattamento “che è di circa 22 minuti per un’auto, 29 minuti per le ambulanze e 44 minuti per i camper. “Il costo della sanificazione con Ozono per l’abitacolo di un’auto può variare da 15 euro presso un autolavaggio fino a 40 euro da un  concessionario, in media è 30 euro“, ci spiega Piran. Quindi è probabile che, vista la maggiore richiesta, chi effettua il trattamento potrebbe essere tentato per necessità tecniche a ridurre il tempo o aumentare la concentrazione di Ozono prodotto dalla macchina.

CONSIGLI E RISCHI SULLA SANIFICAZIONE AUTO “FACILE”

Nel primo caso (trattamento di 10-15 minuti, ad esempio) non è sicuro che la sanificazione sia completa. Nel secondo caso invece “una concentrazione eccessiva di Ozono potrebbe danneggiare i dispositivi elettronici di bordo” continua Piran. Un rischio molto frequente, a quanto pare, anche utilizzando macchine per la produzione di Ozono a basso costo vendute online, che non garantiscono continuità nel tempo e gli stessi standard qualitativi delle macchine professionali. Occhio quindi a rivolgervi a professionisti che seguono le procedure corrette, altrimenti rischiate solo di buttare soldi. Dopo la sanificazione auto con Ozono, quanto bisogna aspettare? “Dopo i nostri trattamenti l’auto si può utilizzare subito, anche se consigliamo una ventilazione di almeno 5 minuti per eliminare un lieve odore caratteristico che altrimenti si potrebbe avvertire”.

1 commento

Sanifichiamo la tua auto? - Car Care Como Srl
15:25, 1 aprile 2020

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Reclami alle assicurazioni

Reclami alle assicurazioni: ripristino dei termini ordinari

Sistemi ibridi a 48 Volt: tanti vantaggi e qualche limite

Bere o soffiarsi il naso distrae come usare il cellulare alla guida