Questo sito contribuisce alla audience de

Consigli utili per far durare più a lungo i vostri pneumatici

Gli pneumatici hanno molteplici cause di usura. Fattori di natura umana, fisica ed ambientale riducono quotidianamente la durata della vita di uno pneumatico.

Consigli utili per far durare più a lungo i vostri pneumatici
Presentiamo alcuni consigli utili per combattere l'usura dei vostri pneumatici e farli durare più a lungo nel tempo.

DURATA VARIABILE

Gli pneumatici sono sottoposti ad usura dal momento stesso in cui vengono creati. Ci sono moltissimi fattori che tendono a velocizzare il processo di usura, ed essi possono essere fisici, ambientali ma anche e soprattutto umani. Tra lesioni accidentali, variazioni di temperatura, variazione dell'altezza del battistrada ed impropria pressione di gonfiaggio, risulta praticamente impossibile prevedere con esattezza la durata di servizio di uno pneumatico. Se non viene fatta una manutenzione accurata, gli pneumatici saranno costantemente soggetti a un maggiore grado di usura e danneggiamento, rischiando così di perdere le loro caratteristiche di sicurezza. Vediamo più dettagliatamente quali sono i fattori di rischio e come poterli evitare.

FATTORI FISICI

I danneggiamenti, come ad esempio le forature, le lacerazioni, gli urti, le fenditure, le crepe nella gomma del battistrada e/o dei fianchi, protuberanze e rigonfiamenti, sono i principali fattori fisici d'usura. Successivamente abbiamo l'impatto con i marciapiedi, con le buche e con i dossi di rallentamento, che sono un altro fattore fisico rilevante. Infine abbiamo l'invecchiamento a cui purtroppo, è impossibile porre rimedio. Per evitare i principali fattori fisici, è consigliabile tenere uno stile di guida molto semplice, senza sottoporre gli pneumatici ad uno stress assolutamente gratuito.

FATTORI UMANI

Si tratta di tutti quei fattori che sono in realtà causati dall'incuria dell'utilizzatore. Parliamo ad esempio della mancanza di controlli regolari sugli pneumatici per verificarne lo stato di usura o la presenza di danni, oppure il mantenere una pressione di gonfiaggio inadeguata, insufficiente o eccessiva. Altri fattori sono ad esempio il rigonfiaggio di uno pneumatico che è stato utilizzato completamente sgonfio o seriamente sotto gonfiato. In più abbiamo come fattori umani la mancanza di controlli regolari dell'altezza del battistrada, come anche la mancata sostituzione degli pneumatici prima che raggiungano lo spessore minimo di legge. Spesso utilizziamo uno pneumatico di scorta con dimensione diversa dagli altri a velocità che superano gli 80 km/h, ed anche questo è un fattore di rischio. La mancata osservazione di un cambiamento delle prestazioni dinamiche, ad esempio la perdita d'aria, la rumorosità o le vibrazioni ne costituisce un altro. Ecco un elenco di altri fattori umani rilevanti:
  • Mancata ispezione dello pneumatico subito dopo un impatto grave, da parte di uno specialista
  • Utilizzo di pneumatici diversi per dimensioni e tipologia
  • Utilizzo di pneumatici su rimorchi e caravan senza aumentarne la pressione di gonfiaggio
  • In caso di rimorchio, mancato incremento della pressione degli pneumatici posteriori sul veicolo trainante
  • Mancata sostituzione della valvola quando vengono cambiati i pneumatici tubeless
  • Esecuzione di riparazioni in proprio invece che ad opera di uno specialista
  • Ricorso a riparazioni di carattere temporaneo come se fossero soluzioni definitive. Utilizzo degli pneumatici su ruote danneggiate, distorte o modificate
  • Utilizzo di ruote e cerchi con dimensioni che non corrispondono
  • Mancata equilibratura degli pneumatici montati o sostituiti
  • Montaggio di pneumatici che non hanno indici di velocità e di carico almeno pari o superiori a quelli specificati dal costruttore del veicolo e riportati sulla relativa carta di circolazione
  • Utilizzo di sigillanti non idonei
  • Utilizzo di pneumatici estivi in stagioni fredde o invernali
  • Stoccaggio e rotazione inadeguati degli pneumatici

FATTORI AMBIENTALI

I fattori ambientali più importanti da tenere in considerazione per lo stato di benessere degli pneumatici sono le temperature estreme, la pioggia il ghiaccio e la neve, l'olio ed il grasso. Tutti questi fattori sono naturalmente difficili da evitare e spesso anche da prevenire, ma è sufficiente avere degli pneumatici adeguati ai contesti in cui ci si ritrova a dovere guidare.

Pubblicato in Pneumatici Auto il 08 Giugno 2011 | Autore: Redazione Sicurauto


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri