Con foglie e plastica l'auto peserà il 40% in meno

Gli interni delle auto si possono realizzare con una nuova tecnologia di stampaggio plastico che sfrutta le fibre naturali

30 settembre 2013 - 7:05

Johnson Controls, multinazionale specializzata nella produzione di sistemi elettronici e interni per automobili, ha presentato al Salone di Francoforte 2013 una nuova tecnologia di stampaggio per produrre interni ecocompatibili più leggeri e robusti.

INNOVAZIONE SOSTENIBILE – Non è una delle tante notizie lanciate solo per catturare la luce dei riflettori. L'azienda americana, infatti, è da sempre attiva al fianco delle Case costruttrici nella la ricerca di innovative soluzioni tecnologiche per migliorare l'efficienza delle auto. Qualche tempo fa infatti vi abbiamo parlato dei sedili dell'auto riciclabili e meno ingombranti realizzati da Johnson Controls. Sempre sulla scia dell'impiego di risorse per la salvaguardia dell'ambiente e l'ottimizzazione dei processi industriali, l'azienda ha presentato ora la tecnologia di stampaggio ibrido CHyM (Compression Hybrid Molding). “La nostra politica delle innovazioni mira allo sviluppo di tecnologie che facciano fare un ulteriore passo avanti in campo di sostenibilità e leggerezza strutturale. Le esperienze finora raccolte lavorando con le fibre naturali ci permettono di sviluppare prodotti che soddisfano le esigenze mutevoli dei nostri clienti e dell'industria” ha dichiarato Han Hendriks, Vice President, Advanced Product Development  Automotive Electronics & Interiors di Johnson Controls.

RESISTERA' ANCHE AI BAMBINI – La tecnologia di processo CHyM per la realizzazione di pannelli porta integra i vantaggi derivanti dall'uso di componenti in fibre naturali e dallo stampaggio termoplastico a iniezione. I benefici di entrambe le tecnologie hanno portato a una riduzione di peso del 40% e all'aumento della rigidità del 30%, rispetto a prodotti realizzati con le attuali tecnologie nella stessa fascia di prezzo. Si potrebbe pensare che dalla riduzione di peso dei pannelli degli sportelli ne tragga un vantaggio diretto la Casa costruttrice nella fase di montaggio semplificata dei componenti alla scocca, ma non credete che la robustezza di un'auto sia un fattore irrilevante. Per fortuna c'è ancora chi strapazza l'auto in centinaia di test per verificarne la resistenza prima di metterla in vendita.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus viaggiare in auto in Europa

Coronavirus: viaggiare in auto in Europa. Quali frontiere chiuse?

Metano Self Service: a rischio il rifornimento fai da te

Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020