Comparativa pneumatici estivi 2014

I test comparativi del TCS su 33 gomme estive nelle misure 175/65 R14 e 195/65 R15

28 marzo 2014 - 7:00

Il Touring Club svizzero ha messo sotto torchio 33 modelli di pneumatici estivi nella comparativa riservata alle gomme per segmenti medio-piccoli. I test hanno mostrato buoni risultati per la maggioranza delle gomme, che in alcuni casi hanno ottenuto la valutazione “molto consigliato”. Alcuni marchi meno diffusi non offrono ancora un livello di prestazioni e sicurezza accettabile, infatti 4 pneumatici sono “non consigliati”.

Leggi anche la comparativa pneumativi estivi 2015.

MOLTI PNEUMATICI CONSIGLIATI – E' arrivato il momento di mettere via gli pneumatici invernali e montare le gomme estive perché la mescola non è in grado di offrire la giusta aderenza sopra i 7 °C. Gli pneumatici estivi non si possono scegliere solo pensando alle belle giornate soleggiate poiché proprio quando non te lo aspetti la pioggia mette alla prova l'aderenza e la sicurezza delle gomme. Il TCS, insieme ai partner associati, ha confrontato 16 pneumatici nella misura 175/65 R14 e 17 pneumatici calettati 195/65 R15 valutando con prove pratiche il comportamento degli pneumatici su varie situazioni stradali con fondo asciutto e bagnato. Le severe prove condotte dai tecnici svizzeri hanno messo in luce quanto i Costruttori di gomme dichiarano sull'etichetta energetica degli pneumatici: rumorosità e consumo di carburante, allargando il focus su usura, velocità e durata, non ancora contemplati dal labeling europeo. L'appuntamento semestrale del TCS con le comparative degli pneumatici permette agli automobilisti di fare un acquisto più consapevole, integrando le valutazioni delle prove ai dati che riporta l'etichetta energetica apposta dai Produttori. Vediamo nel dettaglio quali gomme hanno superato l'esame estivo di quest'anno.

175/65 R14 TRA LUCI E OMBRE – Rispetto alla comparativa degli pneumatici estivi 2013, molti pneumatici hanno confermato buone prestazioni sia su fondo asciutto sia su fondo bagnato. In queste prove la frenata è stata determinante per molti pneumatici, che hanno ottenuto il punteggio più basso mentre, nessuna gomma ha dimostrato di meritare le 5 stelle. Nonostante le valutazioni del TCS tengano conto delle prestazioni, tra le parentesi abbiamo voluto riportare il rating dichiarato dai Produttori (consumo di carburante/frenata sul bagnato) per darvi un quadro più completo della classifica. Gli pneumatici che hanno scalato la vetta della classifica sono Continental ContiEcoContact 5 (B/B), Hankook Kinergy Eco K425 (C/C), Pirelli Cinturato P1 Verde (C/B), Bridgestone Ecopia EP 150 (C/C), Falken Sincera SN832 Ecorun (C/A) e Nokian Line (C/B) e si sono aggiudicati la valutazione “molto consigliato”.

USURA E RUMORE PENALIZZANO I BIG – La dimensione più piccola, 175/65 R14, del Michelin Energy Saver+ che l'anno scorso ha occupato il posto più alto con la misura 185/60 R14, quest'anno si posiziona tra i migliori e i peggiori. Firestone Multihawk (E/B), Michelin Energy Saver + (C/B), Barum Brillantis 2 (E/C), Vredestein T-Trac 2 (E/A), Goodyear EfficientGrip Compact (C/B) e Semperit Comfort Life 2 (E/C) sono stati penalizzati per lievi lacune nelle valutazioni di usura e rumore e quindi promossi con “consigliato”. Poco convincente sia sul bagnato sia sull'asciutto, l'Avon ZT5(C/C) è “consigliato con riserva” mentre per il TCS le gomme Debica Passio 2 (F/C), Kormoran Impulser b2, Kleber Dynaxer HP 3 (C/C) sono molto carenti sul bagnato e per questo “non sconsigliate”.

VOTO DI CONSOLAZIONE PER MICHELIN – La tranche di prove che ha impegnato gli pneumatici 195/65R15 ha promosso molti più modelli e bocciato una sola gomma. Tuttavia, la severità dei test ha penalizzato anche in questo gruppo alcuni modelli, solitamente piazzati nei primi posti della classifica. Per aver dimostrato le migliori performance in ogni prova, le gomme Goodyear EfficientGrip Performance (B/A), Dunlop Sport BluResponse (B/A), Hankook Kinergy Eco K425 (B/B), Fulda EcoControl HP (C/B), Nokian Line (C/B), Pirelli Cinturato P1 Verde (C/B) e Vredestein Sportrac 5 (C/B) sono “molto consigliate”. Voto “raccomandato” per qualche incertezza su asfalto bagnato agli pneumatici Semperit Speed-Life (C/C), Kumho EcowinG ES01 KH27 (B/B), Yokohama BluEarth AE01 (C/B), Michelin Energy Saver+ (C/A), Bridgestone Turanza T001(C/A) e Continental ContiPremiumContact 5 (C/A).

APOLLO ALNAC 4G NON MANTIENE LE PROMESSE – La stessa valutazione media va alle gomme Nexen N blue HD (C/C), per usura maggiore e performance minore sul bagnato, e High Performer Sport HS3 (E/B) che invece non ha convinto nei test su fondo stradale asciutto. Lo pneumatico Apollo Alnac 4G è l'unico ad aggiudicarsi un “raccomandato con riserva” per non aver superato il test di velocità (la lettera V indica che lo pneumatico può resistere fino a 240 km/h senza perdere in efficienza e sicurezza) mentre il modello Federal Formoza FD2 è “non consigliato” per le prestazioni insufficienti che ha dimostrato sul bagnato.

I CONSIGLI DEL TCS – Come più volte ha ricordato SicurAUTO.it, la mescola invernale non è concepita per un uso estivo poiché si deteriora rapidamente e non è in grado di offrire la giusta aderenza al di sopra di 7°C. E' molto importante inoltre, sostituire gli pneumatici quando il battistrada residuo misura 3 millimetri, anche se per il Codice della Strada è legale, quanto rischioso, circolare con un battistrada di 1,6 millimetri. Il motivo è che in caso di pioggia aumenta notevolmente il rischio di aquaplaning poiché il battistrada “finito” non riesce a smaltire l'acqua velocemente, che si accumula nel punto di contatto tra pneumatico e asfalto. Infine, oltre a montare gli pneumatici nuovi quando quelli in uso sono troppo vecchi anche se poco consumati, bisogna controllare la pressione delle gomme almeno una volta al mese (incluso il ruotino nel bagagliaio). Solo così riuscirete a guidare un'auto sicura a prescindere da quanti airbag ha di serie ma soprattutto a consumare meno carburante.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Quanta CO2 emette la produzione di un’auto elettrica?

Citroën C3 Origins: una serie speciale per i cento anni della Casa

Kia elettriche su Amazon: apre lo store dei caricabatterie per la casa