Comparativa pneumatici estivi 2013

Ecco le migliori gomme estive del 2013 secondo il TCS. Con questo test scopriamo quali pneumatici offrono più sicurezza

22 febbraio 2013 - 7:00

Il Touring Club Svizzero ha esaminato 38 pneumatici estivi delle dimensioni più diffuse tra le utilitarie e le auto medie, 185/60 R15 H e 225/45 R17 W/Y. Le prove sugli pneumatici per la stagione calda hanno promosso complessivamente 30 modelli comprovando buone prestazioni anche per marchi meno conosciuti, ma occhi agli acquisti online e alle gomme ricostruite.

Leggi anche la comparativa pneumativi estivi 2014.

IL TEST – La comparativa del TCS ha basato l'analisi degli pneumatici estivi 2013 su aderenza con asfalto asciutto e bagnato. Costruire uno pneumatico efficiente significa raggiungere il giusto equilibrio tra le infinite combinazioni di lavoro dovute all'aderenza, al fondo stradale, alla temperatura, al carico, ecc., che consentono di ottenere il migliore pneumatico che assicura prestazioni costanti in ogni condizione. Per questo le prove pratiche dei tecnici svizzeri hanno tenuto conto delle caratteristiche imposte dalla nuova etichettatura energetica, quali consumo di carburante, rumorosità e poi usura, velocità e durata.

I BIG SICURI (QUASI) SEMPRE – Tra gli pneumatici di dimensione 185/60 R15 H si sono classificati pari merito i marchi più noti con 9 pneumatici “molto raccomandati” mentre altri si sono mostrati in difficoltà sul bagnato, nella prova di usura o in entrambi i contesti e quindi declassati a “raccomandato”, “raccomandato con riserva” o “non raccomandato”. Michelin Energy Saver +, Continental Conti-Premium Contact 5, Dunlop Sport BluResponse e Goodyear EfficientGrip Performance, aprono la classifica dei migliori pneumatici estivi per auto media in tutte le condizioni di prova. A seguire con una valutazione altrettanto positiva che ha assegnato 4 stelle ci sono le gomme Vredestein Sportrac 5, Nokian Line, Bridgestone Turanza T001 e le meno diffuse Fulda EcoContgrol HP e Semperit Comfort-Life2.

MALE I RICOSTRUITI E VENDUTI SUL WEB – In difficoltà sul bagnato pur facendo registrare una reazione buona all'aquaplaning, le Pirelli Cinturato P1 e le Hankook Kinergy Eco K425 sono state declassate con “raccomandato” perché non hanno dimostrato prestazioni costanti sull'acqua. Anche Firestone Firehawk e Barum Brillantis 2 hanno perso una stella ma per usura eccessiva (Firestone) e prestazioni sotto la media su asciutto (Barum). Tra i “raccomandati con riserva”, il Nexen N Blue HD si è fermato ad un terzo della migliore prestazione nella prova di usura e al GT-Radial Champiro 228 non piace frenare sul bagnato, entrambi promossi con riserva. Non hanno mostrato, invece, adeguati standard di sicurezza gli pneumatici Kleber Dynaxer HP3, Marangoni Verso, Rotalla Radial F108 e Sailun Altrezzo SH402 da risparmiarsi la bocciatura con “non raccomandato”.

17″ PIU' “RACCOMANDATI” – Tra gli pneumatici di dimensioni 225/45 R17 W/Y il TCS ha registrato una più ampia classe di gomme con prestazioni molto buone e buone senza rimandare nessun marchio, ma le prestazioni sull'acqua (8 su 10 “scivolano” sul bagnato) continuano a dividere gli pneumatici eccellenti, secondo l'autorevole valutazione svizzera, da quelli nella media. Continental ContiSportContact m5 ha dimostrato di essere insuperabile sul bagnato mentre, subito alle sue spalle, Goodyear Eagle F1 Asymetric 2 sa farsi apprezzare soprattutto sull'asciutto. A seguire con la stessa valutazione “molto raccomandato” ci sono Dunlop Sport Maxx RT, Michelin Pilot Sport 3, Vredestein Ultrac Vorti, Hankook' Ventus S1Evo2 e Semperit Speed-Life, quets'ultimo particolarmente adeguato a chi cerca degli pneumatici che fanno consumare poco carburante.

MA DIVISI TRA ASCIUTTO E BAGNATO – Secondo i tecnici svizzeri, tra gli pneumatici da 17 pollici, il bagnato fa perdere punti preziosi a Apollo Aspire 4G, Kumho Ecsta LE Sport e Pirelli Cinturato P7, declassati per scarsa attinenza con l'aquaplaning e a Bridgestone Potenza S001, Esa-Teca r Spirit UHP,  Toyo Proxes T1 Sport e Yokohama C.drive 2 per lacune in frenata su fondo bagnato. Uniroyal RainSport 2 e Nexen N8000 ricevono 3 stelle e “raccomandato” rispettivamente per scarse prestazioni su asciutto e usura. Importanti lacune sul bagnato penalizzano High Performer Sport HS-2 e Syron Race 1 Plus che totalizzano 2 stelle e “raccomandato con riserva”, anche se il TCS riporta una dichiarazione dei Produttori secondo cui le mescole impiegate nel test non sarebbero più ottenibili sul mercato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Volvo condivide i dati degli incidenti e si concentra sui crash test sulle donne

Toyota sceglie Nvidia sulla strada della guida autonoma

Gamma Audi, si rinnovano i motori di berline e station wagon