Comparativa CarSharing Milano: è meglio Car2Go o Enjoy?

Abbiamo messo a confronto i due servizi di CarSharing a Milano, ecco pro e contro

29 gennaio 2014 - 7:00

La mobilità sostenibile e intelligente sta prendendo piede a Milano, la nuova capitale italiana del noleggio auto senza costi aggiuntivi, dove il Car2go di Mercedes-Benz dovrà fare i conti con il neonato Enjoy di Fiat-ENI. Con entrambi i servizi di CarSharing è possibile prenotare subito l'auto, usarla e lasciarla gratis in qualunque parcheggio consentito all'interno dell'area di copertura del servizio (strisce gialle, blu e posteggi riservati al servizio). Vediamo nel dettaglio cosa cambia tra i due servizi pay per use oltre alle tariffe più o meno vantaggiose.

BASTA LO SMARTPHONE PER PRENOTARE ENJOY – Qualche mese fa vi abbiamo svelato come funziona il più efficiente servizio Car2go a Milano in un test approfondito durato 24 ore. Ora che le Smart di Car2go s'incroceranno con le Fiat 500 “rivali” dell'analogo servizio Enjoy, abbiamo approfondito cosa è importante sapere prima di dirigersi verso l'una o l'altra auto, entrambe parcheggiate proprio a pochi passi e in ogni angolo del centro di Milano. Il Car2go, servizio gestito da Daimler e Europcar in molte città europee, è nato dall'esigenza di rendere flessibile un'idea efficace: poter noleggiare con una card elettronica un'auto anche per pochi minuti, trovarla sotto casa e parcheggiarla dove possibile senza preoccuparsi di riportarla indietro. L'idea si è subito rivelata un successo tanto che a dicembre scorso è stato avviato Enjoy per certi versi più conveniente e anche comodo. L'accordo siglato tra Fiat, ENI e Frecciarossa ha così presentato un servizio sulla falsa riga del Car2go che permette di noleggiare una delle 342 Fiat 500 rosse operative ad oggi (diventeranno 600 nelle prossime settimane) accedendo al servizio, dall'inizio alla fine, solo tramite smartphone.

CON CHE CARTA PAGHI? – Il CarSharing Enjoy sembra subito in vantaggio fin dalla fase di registrazione visto che, a differenza di Car2go, non bisogna ritirare fisicamente la membercard (costo 19 euro) presso un centro Car2go. La registrazione gratuita al portale Enjoy, infatti, si può fare tramite pc o applicazione mobile dedicata allo smartphone e si è subito abilitati al noleggio. Con la stessa App il cliente potrà in seguito verificare la disponibilità dell'auto nelle vicinanze, noleggiarla e aprire le portiere. Al momento della registrazione è importante ricordare che Car2go accetta solo carte di credito per l'addebito mentre con Enjoy si può registrare anche una carta prepagata (Visa, Mastercard e Maestro) ma il guidatore deve essere in possesso della patente da almeno un anno per poter guidare una Fiat 500. Dal punto di vista dell'esperienza Car2go è più permissivo ma non transige sulla guida sotto effetto di alcol, neanche quello assunto bevendo una sola birra (tolleranza 0 g/l come per i neopatentati) ed è bene ricordarselo perché in caso d'incidente le penali da pagare si sommano a ruota: 500 euro di franchigia per Car2go e 250 euro (più eventuali danni con dolo a cose e persone compresa la stessa auto guidata a carico dell'utente. Ovviamente guidando nel rispetto del Codice delle Strada e senza maltrattare l'auto non c'è rischio di incappare in problemi simili.

SENZA SMARTPHONE SI RESTA SENZA CHIAVI – Un'auto si noleggia per pochi minuti perché è il risparmio finale quello che conta davvero e da questo confronto sembra spuntarla ancora Enjoy, anche se il vantaggio può svanire in un batter d'occhio se l'inseparabile smartphone ci abbandona nel momento del bisogno. Un minuto di guida su una Smart Car2go costa 29 centesimi di euro contro i 25 centesimi della tariffa Enjoy (costi di carburante, assicurazione, manutenzione e accesso all'Area C inclusi) e per entrambi il noleggio include 50 chilometri oltre i quali si somma l'equivalente tariffa al chilometro (rispettivamente 29 e 25 centesimi). Fermo restando che in entrambi i casi il conteggio si avvia dopo 1 minuto dall'apertura delle portiere, con Car2go basta passare la membercard sul lettore di schede vicino al parabrezza per sbloccare le sicure mentre le porte della Fiat 500 si aprono solo premendo un tasto sulla schermata dell'App una volta vicini all'auto, inviando un SMS con il codice dell'auto o chiamando il Servizio Clienti Enjoy al 800.900.700, diverse possibilità che, se il cellulare è scarico, ci lasciano inevitabilmente fuori dall'auto.

LA SMART NON FA SCONTI – Se si riesce a salire senza difficoltà a bordo di una delle 342 Fiat 500 (affiancate prossimamente dalle Fiat 500L) si potrà sicuramente apprezzare anche la possibilità di fermare l'auto per prendere un caffè o fare acquisti pagando una tariffa sosta scontata. Appena si spegne il motore della Fiat 500 si può comunicare al computer di bordo che non si vuole lasciare l'auto (quindi terminare il noleggio) ma solo fare una sosta, pagando 10 centesimi al minuto per poi ripartire, a differenza della tariffa standard di 0,29 euro del Car2go che non prevede la sosta. Lo stratagemma sarebbe in questo caso terminare il noleggio e prenotare nuovamente la stessa auto per i successivi 30 minuti senza costi, sempre che qualche altro utente non sia nei paraggi e lo faccia prima, come è successo a noi durante il test del CarSharing Car2go a Milano.

20 MINUTI GRATIS PER FARE BENZINA – Il rifornimento è un altro aspetto che differenzia i due servizi di auto noleggio. Con il Car2go c'è la possibilità di dover mettere benzina guadagnandoci pure qualcosa in minuti di noleggio mentre con  il CarSharing Enjoy al momento ci pensa il Service Team in giro per Milano che interviene prontamente anche in caso di problemi con il precedente utilizzatore (auto sporca, in cui qualcuno ha fumato o malfunzionante). Ma non è escluso che in futuro si adotterà lo stesso sistema Car2go della carta carburante; in entrambi i casi però sbagliare pompa o mettere benzina speciale potrebbe costare caro. Se una delle Smart ha solo il 25% di carburante nel serbatoio si può usare la carta carburanti a disposizione nell'auto per mettere benzina e in cambio per il “disturbo” si ricevono 20 minuti di guida gratis. Secondo le condizioni del contratto, però, se si fa rifornimento in una pompa diversa da quella indicata (ENI per Enjoy e quelle convenzionate per Car2go – solo Shell in faidate dopo l'orario di chiusura per Car2go) o si mette della benzina speciale, l'intero costo o la differenza nel secondo caso è a carico del guidatore. E' sempre meglio chiedere in anticipo al gestore della pompa se accetta la carta carburante o nell'incertezza contattare il Servizio Clienti sempre pronto a fornire indicazioni.

QUANTA SICUREZZA C'E' – Al di là dei costi tariffari, prima di scegliere l'uno o l'altro servizio non può mancare una valutazione oculata anche sulla sicurezza offerta dalle due auto e sullo spazio a bordo. La Fiat 500 1.2 Pop protegge i 4 passeggeri con 6 airbag mentre la Smart Fortwo mhd con Start&Stop ha solo i due airbag frontali. Da un lato i 2,7 metri di lunghezza della Smart ne fanno una minicar parcheggiabile negli spazi inaccessibili alla Fiat 500 ma dall'altro impediscono ai bambini di salire a bordo. L'impossibilità di disattivare l'airbag passeggero sulla Smart Fortwo esclude dal bacino di utenza le mamme con piccoli al seguito. Da questo punto di vista la Fiat 500 se la cava meglio ma solo portandosi dietro il proprio seggiolino per bambini che si può installare solo sulla panca posteriore (diversamente dalle normali Fiat 500 in cui l'airbag può essere disattivato e il seggiolino può essere posizionato contro marcia fino a 15 mesi).

3 commenti

Karl
10:10, 29 gennaio 2014

Interessante. Molto più comoda la 500

Gstart
19:37, 13 febbraio 2014

Qui le nostre impressioni sui due servizi a confronto http://www.greenstart.it/news/enjoy-e-car2go-confronto-i-car-sharing-di-successo-milano-1035

Preferiamo la comodità della 500 e l'economicità di enjoy, ma l'app deve migliorare

Davide
23:54, 18 ottobre 2014

IL CARBURANTE L'HO DOVUTO PAGARE IO !!!!! HO CHIAMATO IL SERVIZIO ENJOY E UN RAGAZZO MI HA ESPRESSAMENTE DETTO CHE LA BENZINA è A CARICO DEL GUIDATORE, SE NON MI ANDAVA BENE POTEVO SEMPRE LASCIARE GIù LA MACCHINA E PRENDERNE UN ALTRA (ma si possono dire queste stupidaggini?)….
ENJOY MAI PIù !!!! provatela pure !!!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali dal 15 novembre: cosa rischia chi guida senza pneumatici invernali

T-Red a Torino

T-Red a Torino: mappa dei 14 incroci controllati dai dispositivi

Garanzia auto usate Codice del Consumo

Auto usate in calo: ad ottobre arranca anche il diesel