Compagnie assicurative fantasma, botti di fine anno

RC Auto: l'Isvap segnala altre due Compagnie fantasma

27 dicembre 2012 - 6:00

Botti di fine anno per le bande di truffatori che mettono in piedi le frodi RCA: sotto Natale, l'Isvap (vigila sulle Assicurazioni) ha segnalato altre due Compagnie fantasma. Il raggiro è basato su nomi attraenti di Compagnie che magari esistono pure, anch'esse vittime della “trappola”, il tutto condito con prezzi ultra low cost.

DOPPIETTA – L'Isvap ha appena reso noto che è stata segnalata la commercializzazione di polizze RCA false intestate “Genesis Assicurazioni SWS”, Società che non rientra tra le Compagnie autorizzate o, comunque, abilitate all'esercizio dell'attività assicurativa sul territorio italiano. L'Autorità richiama pertanto l'attenzione degli utenti e degli intermediari sulla circostanza che l'eventuale stipulazione di polizze recanti quell'intestazione comporta per i contraenti l'insussistenza della copertura assicurativa e, per gli intermediari, lo svolgimento di un'attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative. Significa che, in caso di incidente causato, i danni a cose e persone dovrà risarcirli l'automobilista vittima del raggiro: la buona fede non conta nulla. Leggermente più datata l'altra segnalazione: la commercializzazione di polizze RCA contraffatte intestate “Mercator Verzekeringen”, Società che non rientra tra le compagnie autorizzate all'esercizio dell'attività assicurativa da noi. Occhio: questa denominazione sociale è del tutto simile a quella della Compagnia assicurativa di diritto belga “Mercator Verzekeringen NV.”, abilitata a operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi in alcuni rami danni, ma non nella Responsabilità civile auto obbligatoria. Una truffa diabolica: la Società belga ha precisato che sul territorio della Repubblica italiana non ha stipulato contratti assicurativi e non ha conferito mandati a intermediari. Inoltre, queste polizze riportano quale contraente GI.SA. Assicurazioni S.p.A. con sede in Via Trento 67 – 20020 Arese (MI), che non è mai stata iscritta nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi (RUI). In definitiva, l'eventuale stipulazione di polizze recanti l'intestazione “Mercator Verzekeringen” comporta l'insussistenza della copertura.

SI CAMBIA – In caso di dubbio, verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da Imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell'attività assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.isvap.it. Qui trovate gli elenchi delle Imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia, e gli avvisi relativi a “Casi di contraffazione o Società non autorizzate”. Si possono chiedere chiarimenti al contact center Isvap al numero verde 800 486661 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30 oppure, negli altri orari, allo 06 421331. Ricordate inoltre che, dal 1° gennaio 2013 l'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle Assicurazioni) succede in tutti i poteri, funzioni e competenze dell'Isvap. L'istituzione dell'Ivass mira ad assicurare la piena integrazione dell'attività di vigilanza assicurativa attraverso un più stretto collegamento con quella bancaria: è presieduto dal Direttore Generale della Banca d'Italia, incarico attualmente ricoperto da Fabrizio Saccomanni. E www.ivass.it sarà l'indirizzo del sito che sostituisce il precedente sito Isvap e che, per consentire agli utenti un graduale adattamento, temporaneamente ne ricalcherà la struttura.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto diesel e benzina: stop alla vendita nell’UE dal 2040?

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna: nuovo bando ottobre 2019

Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali