Codice stradale: pronto piano da 150 l'ora, giro vite sui TIR

VERONA - A 150 chilometri all'ora in autostrada, da novembre. Il ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi, a margine del primo Salone sulla Sicurezza stradale, rende felici gli automobilisti...

27 ottobre 2003 - 8:15

VERONA – A 150 chilometri all'ora in autostrada, da novembre. Il ministro delle Infrastrutture, Pietro Lunardi, a margine del primo Salone sulla Sicurezza stradale, rende felici gli automobilisti che amano pigiare sull'acceleratore.

La mappa sui tratti stradali dove sara' possibile elevare il limite di velocita' da 130 a 150 chilometri all'ora sara' consegnato al ministro a fine mese dalla societa' Autostrade. Poi, dal mese successive, si puo' cominciare. Una volta individuati i tratti, probabilmente bastera' una semplice ordinanza per dare il via al limite dei 150. Intanto, pero', parte un pacchetto di iniziative per aumentare la sicurezza stradale, ha annunciato Lunardi a Verona, compresa una stretta su camion e tir. Da novembre compagna di controlli a tappeto sui tir, 70 al giorno dai centri mobili di revisione, per un totale di 55.000 camion l'anno.

AL VIA I 150 ALL'ORA – Dal mese prossimo sara' operativo il piano dei 150 all'ora sulle autostrade italiane. ''Entro fine mese Autostrade presenta a noi il piano – ha detto il ministro – e quindi diverra' operativo dal mese dopo''. La consegna del piano con i tratti autostradali dove potra' essere applicata l'elevazione del limite di velocita' a 150 km all'ora ''era prevista entro ottobre e entro quella data verra' consegnata'', confermano fonti della societa' Autostrade. Dal novembre, quindi, il piano potrebbe cominciare ad essere operativo. Riguardo ai tratti interessati dai 150 all'ora, possibili candidati potrebbero essere la Roma-Napoli, la Bologna-Rimini e l'area intorno ad Alessandria, lungo i quali vi sarebbero le condizioni di massima per l'applicazione, vale a dire le tre corsie oltre a quella di emergenza e una geometria del tracciato che garantisce condizioni di sicurezza. Sui tratti dove il limite di velocita' sara' elevato (e cio' potrebbe avvenire anche attraverso un'ordinanza), segnala comunque Autostrade, saranno assicurati presidi e controlli rafforzati della polizia stradale.

GIRO DI VITE SUI TIR – Dal mese di novembre partira' una campagna a tappeto sul territorio con un controllo di circa 70 mezzi pensanti al giorno attraverso i centri mobili della Motorizzazione. Nell'annunciare l'iniziativa, il ministro delle Infrastrutture ha spiegato che ''a regime sara' possibile sottoporre a verifica tecnico-amministrativa 55 mila camion all'anno''.

DL SU RIFORMA CODICE – Lunardi ha annunciato una serie di iniziative per implementare la sicurezza, in primis un decreto delega di riforma complessiva del codice della strada. ''Fra le prime iniziative c'e' quella che persegue l'obiettivo di disporre di strumenti normativi di facile consultazione e di agile adeguamento al progresso tecnico e alla normative comunitarie e internazionali del settore. In tale ottica – ha detto – presentero' a breve un disegno di legge delega per la riforma complessiva del codice della strada, riservando a rango di norma primaria esclusivamente le norme dedicate al comportamento dei conducenti e al sistema sanzionatorio, con un massiccio intervento di delegificazione di tutte le altre''.

ESAMI PATENTE ON LINE – Nel pacchetto di iniziative annunciato dal ministro e' inserito un progetto per svolgere gli esami teorici per conseguire la patente di guida attraverso strumenti informatici. Va inoltre reso sempre piu' fluido, ha sottolineato Lunardi, il raccordo e il coordinamento dei soggetti pubblici e privati attivi nel settore della sicurezza nella circolazione, pervenendo a una strategia comune. In tale ottica si dovra' proseguire all'attuazione del piano nazionale per la sicurezza stradale.

CONSULTA NAZIONALE SULLA SICUREZZA – E' stata istituita, ha annunciato Lunardi, la consulta nazionale sulla sicurezza, alla quale spetta il compito di concertare le azioni delle istituzioni e strutture coinvolte. Tra le altre iniziative, un ''urgente intervento di razionalizzazione della raccolta ed elaborazione dati sugli incidenti stradali. ''A questo scopo sto avviando – ha detto Lunardi – la realizzazione di un Centro Studi e Ricerche sui fattori umani e infrastrutturali della sicurezza stradale''. Per quanto riguarda il disegno di legge delega per la riforma del codice delal strada, il ministro ha aggiunto che verra' presentato ''in questi giorni''.

Fonte: Ansa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Passo carrabile

Voltura passo carrabile: come si richiede

Test Gomme Invernali 2020: 2 bocciati per lacune su asciutto

Auto incastrata in una strada stretta

Auto incastrata in una strada stretta: chi paga i danni?