CODICE STRADA: OBBLIGO CINTURE ANCHE SUI VEICOLI OLTRE 3,5 TONNELLATE

Cinture di sicurezza obbligatorie anche per i camion e gli autobus. Lo stabilisce il decreto legislativo di attuazione della direttiva comunitaria 2003/20/CE approvato oggi dal Consiglio dei...

28 febbraio 2006 - 15:35

Cinture di sicurezza obbligatorie anche per i camion e gli autobus. Lo stabilisce il decreto legislativo di attuazione della direttiva comunitaria 2003/20/CE approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, che estende la cintura a tutte le categorie internazionali di autoveicoli adibiti al trasporto di persone e merci e non solo a quelli di massa inferiore a 3,5 tonnellate come finora previsto. Il decreto detta anche misure di sicurezza per il trasporto di bambini ed individua particolari categorie esentate dall'obbligo della cintura di sicurezza.

A livello nazionale, l'uso delle cinture di sicurezza è disciplinato dall'articolo 172 del Codice della Strada che, a seguito dell'attuazione della direttiva comunitaria 2002/30, dovrà quindi essere modificato. In particolare, tra le innovazioni inserite dal decreto legislativo approvato oggi dal Governo c'è l'obbligo per tutti gli autoveicoli di prevedere, per bambini di statura inferiore a 1,50 metri, sistemi di ritenuta di tipo omologato costituito, di norma, da un seggiolino assicurato al sedile mediante le cinture di sicurezza del veicolo, o da un cuscino sollevatore ed adattatore che permetta al piccolo di essere trattenuto delle stesse cinture di sicurezza previste per gli adulti.

Il provvedimento prevede anche, nel caso di veicoli vecchi sprovvisti di cinture di sicurezza, che i bambini sino a 3 anni non possano viaggiare mentre quelli di età superiore e di altezza fino a 1,50 metri non possano occupare un sedile anteriore. Il decreto approvato oggi proibisce anche l'installazione di seggiolini per bambini rivolti contromarcia sui posti protetti da airbag, a meno che non sia possibile disinserirlo. L'azionamento di un airbag, infatti, può provocare lesioni anche mortali nei confronti di bambini posizionati contromarcia.

Il provvedimento di attuazione della normativa comunitaria prevede poi alcune novità in tema di esenzione dall'uso delle cinture di sicurezza. In particolare, fino all'8 maggio 2009 sono esenti dall'obbligo di cinture i bambini inferiori a 10 anni trasportati in soprannumero nei posti posteriori, a condizione che siano accompagnati da un passeggero di età non inferiore a 16 anni solo per le autovetture e sugli autoveicoli adibiti al trasporto promiscuo di persone e cose.

Inoltre, l'esenzione riguarda gli appartenenti alle Forze Armate nell'espletamento di attività istituzionali in situazioni di emergenza e i passeggeri degli autobus nei quali è previsto il trasporto anche di passeggeri in piedi, quando tali veicoli sono adibiti al trasporto locale e circolano in zona urbana.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP