Violazioni del codice della strada: l'omessa audizione dell'interessato inficia il procedimento a

La mancata audizionedell'interessato inficia il procedimento amministrativo. Lo stabiliscela Cassazione civile con la sentenza 13622/09 (qui leggibile comedocumento correlato).Il caso di specie...

6 luglio 2009 - 12:50

La mancata audizionedell'interessato inficia il procedimento amministrativo. Lo stabiliscela Cassazione civile con la sentenza 13622/09 (qui leggibile comedocumento correlato).Il caso di specie riguardavaun'ordinanza-ingiunzione emessa per superamento dei limiti massimi divelocità su strada. Nel rigettare l'opposizione il Giudice di Paceaveva rilevato che la mancata audizione del trasgressore non costituivauna circostanza tale da invalidare il procedimento amministrativo.

Lacorte Suprema, al contrario, ha cassato la decisione del Giudice diPace ed ha stabilito che, in tema di sanzioni amministrative,l'autorità competente non può omettere l'audizione dell'interessato chene abbia fatto richiesta, poiché tale atteggiamento costituisce unaviolazione di una regola procedimentale la cui osservanza è prescritta,in via generale, dall'art. 18 della legge n. 689 del 1981, e, nel casoparticolare attinente alla condotta stradale, dall'art. 204 del codicedella strada.

Tali norme sono poste a tutela del diritto di difesadel presunto trasgressore e non possono essere ignorate senzacomportare l'illegittimità dell'ordinanza di ingiunzione emessa aconclusione della fase amministrativa.

CASSAZIONE

fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?