Se chi ha una patente per l'auto guida il motorino ubriaco, subisce la sospensione della licenza

3 settembre 2012 - 6:00

Ecco la sintesi di una sentenza piuttosto complessa della Cassazione, la numero 32439 del 13 agosto 2012: se chi ha una patente B per l'auto guida il motorino ubriaco, subisce la sospensione della licenza.

MOTIVO – Alla base della decisione della Cassazione c'è un principio semplice, e cioè che per guidare il motorino serve un documento d'abilitazione. Quindi, per estensione, la patente B (documento valido per la macchina) viene ritirata per un certo periodo di tempo. “Nel caso di guida di un ciclomotore in stato di ebbrezza da parte di un soggetto munito di patente di guida – dicono gli ermellini – tale titolo abilitativo ha un'idoneità assorbente rispetto al certificato di idoneità, con l'ulteriore conseguenza che la sanzione amministrativa accessoria alla sospensione della patente, prevista quale sanzione amministrativa obbligatoria anche in caso di sentenza di patteggiamento, deve necessariamente avere a oggetto la patente, in quanto titolo che abilita il soggetto anche alla guida del ciclomotore”. Infatti, spiega la Cassazione, i requisiti fisici e psichici richiesti per la guida dei ciclomotori sono quelli prescritti per la patente di categoria A, compresa quella speciale.

PER LE BICI NO – Resta invece inteso che, se una persona circola in bici in stato d'ebbrezza, la patente B per l'auto non avrà conseguenze: non scattano né la sospensione né la sottrazione di punteggio. Anche se una vecchia norma, poi abrogata, aveva previsto (solo per pochi mesi) questo provvedimento, subito molto contestato dalle associazioni dei ciclisti.

TRE LIVELLI – È utile ricordare che per i neopatentati (chi la la licenza da meno di tre anni) è vietato bere prima di guidare. Per gli altri, vale il limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Le multe si compongono di varie componenti (fra sanzione principale e accessorie); in sintesi, eccone alcune: 500 euro qualora sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi, con la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi; 800 euro, arresto fino a sei mesi, sospensione della patente da sei mesi a un anno se viene individuato un valore superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi; 1.500 euro, arresto da sei mesi a un anno, per un valore superiore a 1,5 grammi per litro, più la sospensione della patente da uno a due anni. Per non correre nessun rischio, è utile fare delle prove da sé, col proprio alcoltest: vedi Alcolino.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento

Le multe devono essere firmate

DPCM 18 ottobre: novità su mobilità e patenti. Testo PDF