T-Red: la Corte di Cassazione annulla il sequestro preventivo del 2009

La Corte di Cassazione ha annullato il Decreto con il quale, il 5 giugno 2009, il Pubblico Ministero aveva disposto il sequestro preventivo dei semafori T-Red in funzione Fiesole.

19 gennaio 2011 - 15:33

Colpi di scena in arrivo per la questione dei semafori intelligenti T-Red al centro anche di un processo dinanzi al Tribunale di Verona. La Corte di Cassazione ha, infatti, annullato il Decreto con il quale, il 5 giugno 2009, il Pubblico Ministero aveva disposto il sequestro preventivo dei semafori T-Red in funzione nel territorio comunale di Fiesole (Fi).

GIUDIZIO INCERTO – Questo avvenimento potrà avere ripercussioni anche sulla decisione del GIP del Tribunale di Verona che il prossimo 10 febbraio dovrà pronunciarsi in merito al rinvio a giudizio degli indagati a seguito delle indagini svolte dalla Procura scaligera. “A questo punto – fa sapere la sede legale di Adiconsum che insieme a Lega Consumatori, Federconsumatori e Movimento Consumatori si sta occupando della questione – la posizione dell'ingegnere che ha inventato gli apparecchi, potrebbe essere valutata diversamente. Il legale di quest'ultimo, infatti, ha già fatto sapere che si aspetta che la posizione del suo cliente venga archiviata e che chiederà il dissequestro di tutti gli apparati”.

Fonte: HelpConsumatori

1 commento

Giorgio
8:42, 20 gennaio 2011

Non è vero che potrà esserci ripercussioni sul procedimento di Verona.
Il fascicolo di Fiesole era scarso di documenti, non faceva parte del procedimento primario, inoltre, l'impianto di Fiesole era di proprietà.
Non cambierà nulla, anzi si è aggravata la situazione con l'integrazione di documentazione probatoria e confermante i reati, questo è quanto risulta agli atti.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multe stradali ai minorenni

Multe stradali ai minorenni: chi paga le sanzioni?

Auto bloccata in un passaggio a livello

Auto bloccata in un passaggio a livello: cosa fare

Radiazione auto per esportazione 2020

Radiazione auto per esportazione: dal 2020 è obbligatoria la revisione