Strada ghiacciata: per l'incidente, gestore responsabile

Se un veicolo fa un incidente a causa del ghiaccio, la responsabilità è del gestore della strada. A meno che provi il caso fortuito

28 febbraio 2012 - 9:00

La Corte suprema conferma e ribadisce un principio prezioso per chi viaggia: se un veicolo fa un incidente a causa del ghiaccio, la responsabilità si presume sia del gestore della strada. Che pagherà i danni al veicolo e quelli fisici, a meno che provi il caso fortuito, ossia di aver fatto tutto il possibile per evitare che il sinistro si verificasse. Lo sancisce la Cassazione, con sentenza numero 2562 del 20 gennaio 2012, depositata il 22 febbraio.

IN PIEMONTE – Tutto nasce il 5 gennaio 2003, quando, sulla Statale Asti-Cuneo, un camionista sbanda sul ghiaccio, sfonda il guard rail e precipita nel vuoto, morendo. Gli eredi della vittima chiedono il risarcimento al gestore della strada, l'Anas, che non avrebbe messo in sicurezza la Statale: nel 2009, la corte d'Appello di Torino condanna l'Anas al rimborso dei congiunti dell'uomo. Ma il gestore non ci sta e ricorre per Cassazione, la quale tuttavia conferma la sentenza di secondo grado.

STRADA INSICURA – La corte ha infatti rilevato che il sinistro s'è verificato su una Statale “in una situazione in cui non concorrono le figure sintomatiche di effettiva sussistenza del potere di custodia (strade comunali e autostrade)”. Ha inciso anche il rapporto dei Carabinieri, interventuti sul posto. È stato applicato l'articolo 2051 del Codice civile: “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”. Quindi, l'Anas (a detta degli ermellini) non ha usato la diligenza che il caso richiedeva: non ha dimostrato di aver fatto tutto il possibile per evitare l'evento effettuando tutte le attività di controllo, vigilanza e manutenzione; in altri termini, non ha provato il caso fortuito. Si tratta sempre di sentenze delicate: in caso di incidente su strade ghiacciate, è arduo capire fino a che punto il guidatore non abbia condotto il veicolo con la massima prudenza, e fino a che punto invece il gestore abbia fatto poco per mettere in sicurezza la strada. Per individuare le responsabilità, diventa importante, allora, il verbale delle Forze dell'ordine che hanno accertato l'accaduto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

I fari a LED adattivi fanno l’86% di luce in più ma negli USA sono illegali

Semaforo rosso: multa con T-Red valida anche senza omologazione

Sicurezza stradale: nel 2018 in UE solo l’1% di vittime in meno del 2017