SICUREZZA STRADALE: CASSAZIONE DETTA L'ABC DEL BUON AUTOMOBILISTA

Roma, 18 lug. (Adnkronos) - La Cassazione, consapevole dell'emergenza legata alla sicurezza stradale, detta le regole del buon automobilista. Lo fa con la sentenza 27740 della Quarta sezione...

19 luglio 2007 - 15:39

Roma, 18 lug. (Adnkronos) – La Cassazione, consapevole dell'emergenza legata alla sicurezza stradale, detta le regole del buon automobilista. Lo fa con la sentenza 27740 della Quarta sezione penale, con la quale rileva che chi e' al volante non deve solo avere la necessaria prudenza ma davanti ad un pedone deve anche “prevedere” quelli che saranno i suoi movimenti. In particolare, piazza Cavour confermando la condanna per omicidio colposo aggravato ad un automobilista di Chieti, Antonio I., colpevole di aver investito nel novembre 2002 un pedone “che procedeva barcollando ed in stato di alterazione” mette in chiaro che l'automobilista non e' esente da colpa nemmeno se il pedone e' in stato di ebbrezza. Prima di tutto, afferma la Suprema corte, “l'avvistamento del pedone implica la percezione di una situazione di pericolo, in presenza della quale ogni conducente e' tenuto a porre in essere una serie di accorgimenti (in particolare moderare la velocita' e, all'occorrenza, arrestare la marcia del veicolo) al fine di prevenire il rischio di un investimento”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Passo carrabile

Voltura passo carrabile: come si richiede

Auto incastrata in una strada stretta

Auto incastrata in una strada stretta: chi paga i danni?

Guidare in Belgio: limiti, norme e consigli per evitare multe