Kia: nuovi problemi legali a causa della supergaranzia

Il Garante ha avviato un nuovo procedimento sanzionatorio: la casa coreana ha diffuso nuovamente informazioni ingannevoli sulla garanzia di 7 anni

3 maggio 2012 - 7:00

Altri guai in vista per Kia Motor Italia, che il Garante ha nuovamente accusato di aver diffuso messaggi contrari alla diligenza professionale riguardanti la supergaranzia di 7 anni che copre le sue vetture.

LA SANZIONE PRECEDENTE – Ricordiamo brevemente (ne avevamo già parlato in un precedente articolo) che con il provvedimento n° 23013 contenuto nel suo bollettino n° 47 del 12 dicembre 2011, l'Autorità Garante della Concorrenza e del mercato aveva inflitto a Kia Motors Italia una sanzione di 80mila euro per pratiche commerciali contrarie al Codice del Consumo. La casa coreana (come del resto anche Hyundai, che offre una garanzia simile anche se di durata più contenuta) era stata ritenuta colpevole di aver diffuso, in alcuni annunci pubblicitari, informazioni sulla supergaranzia di sette anni che copre le sue vetture, tacendo che su alcune componenti tale garanzia ha in realtà una durata inferiore. Oltre alla sanzione economica, l'Autorità aveva inoltre imposto a Kia di interrompere tale pratica non diffondendo più i messaggi giudicati ingannevoli.

LA POSTILLA D'AVVERTIMENTO – Il procedimento dello scorso novembre, come tutti quelli sanzionatori, conteneva anche una sorta di avvertimento: “Ai sensi dell'art. 27 comma 12 del Codice del Consumo, in caso di inottemperanza alla presente delibera l'Autorità applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 10mila a 150mila euro e nei casi di reiterata inottemperanza l'Autorità può disporre la sospensione dell'attività di impresa per un periodo non superiore a trenta giorni”.

KIA HA REITERATO LA SCORRETTEZZA – Sfortunatamente per Kia, il 5 marzo scorso un'associazione di consumatori ha segnalato al Garante la reiterazione della pratica commerciale scorretta, evidenziando che Kia aveva diffuso ulteriori messaggi che publicizzavano la supergaranzia di 7 anni senza chiarire esplicitamente i suoi limiti. Per esempio, sul quotidiano La Repubblica del 20 febbraio 2012 era apparso il seguente annuncio: “Kia Venga. La monovolume compatta più ospitale che c'è. Tua con 7 anni di garanzia e 7 anni di finanziamento inclusi 7 anni di assicurazione furto e incendio”. In fondo all'annuncio si poteva leggere questa avvertenza: “Garanzia Kia 7 anni/100.000 km. Dettagli e condizioni sul sito www.kia.it e nei concessionari”. Sul sito segnalato, chi lo consultava poteva apprendere, come spiegazione sulle condizioni di garanza, che quest'ultima esclude “parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilità temporale come: batterie (2 anni); sistemi audio, navigazione e intrattenimento audio/video (3 anni/100.000 Km) e la verniciatura (5 anni/150.000 Km). Escluso motorizzazioni Bi-Fuel (benzina/GPL) per le quali la garanzia è di 3 anni o 100.000 Km. Tutti i dettagli presso i concessionari”.

IN ATTESA DI UN'ALTRA SANZIONE – Con il provvedimento n° 23416 contenuto nel bollettino n° 12 dello scorso 10 aprile, l'Autorità Garante ha dichiarato che il messaggio citato contiene gli stessi profili di scorrettezza di quelli già sanzionati, quindi Kia ha reiterato la pratica illecita. Di conseguenza, l'autorità ha avviato il procedimento per irrogare alla casa coreana l'eventuale sanzione per inottemperanza al provvedimento precedente. La decisione definitiva verrà presa prossimamente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento