Il vigile può capire l'eccesso di velocità dal rumore delle gomme. Qualche dubbio

Altro che autovelox. Per il giudice, anche l'udito del vigile serve a provare l'eccesso di velocità: automobilista multato

6 ottobre 2015 - 8:35

Andiamo a leggere le sentenza del tribunale di Cagliari, numero 1242, del 2 settembre 2015. Secondo il codice della strada, dice il giudice, la pericolosità della condotta di guida deve essere desunta dalle caratteristiche e dalle condizioni della strada e del traffico e da ogni altra circostanza di qualsiasi natura. Il giudizio di pericolosità implica un'attività di elaborazione da parte dell'agente accertatore, il quale deve rilevare i fatti che stanno avvenendo (condizione del veicolo, della strada, del traffico) e sottoporli a critica, per desumerne la valutazione di congruità ai criteri di buona condotta di guida o, appunto, di pericolosità. In tutto questo, come riporta laleggepertutti.it, rientra anche lo stridere delle gomme sull'asfalto a seguito della sgommata. Da cui si desume l'eccesso di velocità: di qui, la multa.

COSA DICE IL CODICE – Il tribunale fa riferimento all'articolo 141 del codice della strada. È obbligo del conducente regolare la velocità del veicolo in modo che, avuto riguardo alle caratteristiche, allo stato ed al carico del veicolo stesso, alle caratteristiche e alle condizioni della strada e del traffico e a ogni altra circostanza di qualsiasi natura, sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose ed ogni altra causa di disordine per la circolazione. Quindi, a prescindere dal limite su un certo tratto, la velocità va regolata in base alla strada. Infatti, il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l'arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.

SITUAZIONI PERICOLOSE – In particolare, il guidatore deve regolare la velocità nei tratti di strada a visibilità limitata, nelle curve, in prossimità delle intersezioni e delle scuole o di altri luoghi frequentati da fanciulli indicati dagli appositi segnali, nelle forti discese, nei passaggi stretti o ingombrati, nelle ore notturne, nei casi di insufficiente visibilità per condizioni atmosferiche o per altre cause, nell'attraversamento degli abitati o comunque nei tratti di strada fiancheggiati da edifici. Il conducente deve, altresì, ridurre la velocità e, occorrendo, anche fermarsi quando riesce malagevole l'incrocio con altri veicoli, in prossimità degli attraversamenti pedonali e, in ogni caso, quando i pedoni che si trovino sul percorso tardino a scansarsi o diano segni di incertezza e quando, al suo avvicinarsi, gli animali che si trovino sulla strada diano segni di spavento.

MULTA SENZA AUTOVELOX – Morale: il vigile può appioppare la multa per eccesso di velocità anche senza autovelox e senza che il guidatore abbia superato il limite. Ma basandosi su proprie percezioni, tra cui, stando al tribunale, può esserci anche il rumore della frenata: in realtà, quest'ultimo aspetto solleva qualche dubbio. Davvero lo stridere degli pneumatici fa capire a che velocità andava un'auto? L'eccesso di velocità è un'infrazione gravissima, da combattere anche con le multe, però fra tutti gli strumenti di cui dispone un vigile l'udito non pare quello più importante. E comunque è davvero arduo desumere la velocità con le orecchie.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multe stradali ai minorenni

Multe stradali ai minorenni: chi paga le sanzioni?

Auto bloccata in un passaggio a livello

Auto bloccata in un passaggio a livello: cosa fare

Radiazione auto per esportazione 2020

Radiazione auto per esportazione: dal 2020 è obbligatoria la revisione