Guida in stato di ebbrezza, no al ritiro della patente se il veicolo utilizzato non la richiede

Chi viene beccato ubriaco alla guida di un veicolo che non richiede la patente non può subire, come sanzione amministrativa accessoria, il ritiro del titolo di guida...

30 giugno 2010 - 10:58

Chi viene beccato ubriaco alla guida di un veicolo che non richiede la patente non può subire, come sanzione amministrativa accessoria, il ritiro del titolo di guida. La sospensione della patente, infatti, sarebbe illegittima perché la guida di quel mezzo non necessita per legge di nessuna abilitazione.

Così la Cassazione con la sentenza 19646/10 ha annullato senza rinvio il provvedimento di sospensione della patente di guida inflitto ad un uomo colto dalla polizia in stato di ebbrezza alcolica mentre era alla guida della sua Piaggio Ape 50 cc. Il ciclomotore condotto dall'imputato non richiede, ai sensi degli articoli 50 e 116 Codice della strada, il conseguimento – per la guida – di una patente. Di conseguenza, non poteva essere irrogato nei confronti dell'imputato il ritiro della patente come sanzione amministrativa accessoria. Verdetto in linea con la giurisprudenza di legittimità secondo cui la sospensione della patente, conseguente per legge a illeciti posti in essere con violazione delle norme sulla circolazione stradale, non può essere applicata a colui che li ha commessi conducendo veicoli per la cui guida non è richiesta alcuna abilitazione.

Fonte: LaStampa.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online