“Dagli ausiliari multe solo per divieto di sosta”. La Cassazione dà ragione agli automobilisti

ROMA - Gli ausiliari? Possono intervenire sulle violazioni del Codice della strada solo in "materia di sosta". A stabilirlo è la Cassazione, accogliendo il ricorso di un'automobilista contro una...

1 agosto 2007 - 8:59

ROMA – Gli ausiliari? Possono intervenire sulle violazioni del Codice della strada solo in “materia di sosta”. A stabilirlo è la Cassazione, accogliendo il ricorso di un'automobilista contro una sentenza del giudice di pace di Roma. La donna era stata multata perchè circolava nella corsia di percorrenza riservata ai mezzi pubblici e lamentava “l'incompetenza assoluta” dell'accertatore, in quanto quest'ultimo era un ausiliare del traffico.

La Suprema Corte, alla fine, le ha dato ragione: “Gli ausiliari del traffico – mette in chiaro nella sentenza Piazza Cavour – sono legittimati ad accertare e contestare violazioni a norme del Codice della strada” solo “nella misura in cui tali violazioni concernano le disposizioni in materia di sosta. Laddove esse consistano in condotte diverse, quale, la circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, l'accertamento può essere compiuto dal personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico di persone, ma non anche dagli ausiliari del traffico.”

Le funzioni degli ausiliari – ricorda la Cassazione – “riguardano soltanto le violazioni in materia di sosta e limitatamente alle aree oggetto di concessione”. Per questo possono anche “disporre la rimozione dei veicoli”, ma solo se l'auto da rimuovere “impedisce di accedere ad un altro veicolo regolarmente in sosta, oppure lo spostamento dei veicoli in sosta, in seconda fila negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata dei veicoli”.

In ogni caso, dice la Suprema Corte nel bacchettare il comune di Roma che è stato anche condannato a pagare tutte le spese processuali sostenute dall'automobilista (1.200 euro), “l'Amministrazione non ha fornito alcuna prova che la violazione sia stata accertata da un soggetto abilitato, limitandosi il verbale alla mera qualificazione dell'operante come ausiliare del traffico”.

http://www.repubblica.it/2007/07/motori/motori-luglio-2007/ausiliari-cassazione/ausiliari-cassazione.html?ref=mothpstr6

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Obbligo gomme invernali: tutte le scadenze 2020 – 2021

Stato di ebbrezza alla guida

Multa per guida in stato di ebbrezza: si può fare ricorso?