Confisca motorini. Buone notizie

Buone notizie, o meglio speranze, per chi si e' visto sequestrare o confiscare negli anni passati il motorino per piccole violazioni al Codice della strada. Il Governo Berlusconi, tramite il...

10 dicembre 2008 - 11:07

Buone notizie, o meglio speranze, per chi si e' visto sequestrare o confiscare negli anni passati il motorino per piccole violazioni al Codice della strada. Il Governo Berlusconi, tramite il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, si e' impegnato a restituire i ciclomotori sequestrati a causa della legge n. 168 del 2005, ora non più in vigore. Rispondendo ad una interrogazione parlamentare, presentata per noi dalla senatrice Donatella Poretti, il ministro scrive:

Concordando con quanto rilevato nell'interrogazione cui si risponde e con il preciso intento di consentire a coloro che fossero incorsi nel sequestro del veicolo per violazione dei suddetti articoli, prodromico alla confisca prima dell'entrata in vigore delle modifiche apportate dalla legge n. 286/2006 di rientrare in possesso del veicolo, e' ferma intenzione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di inserire una specifica norma in tal senso in un prossimo intervento di modifiche del Codice della Strada o in altro provvedimento urgente in corso di approvazione parlamentare.

Ricordiamo che negli anni in cui era in vigore la legge (2005-2006) moltissimi cittadini si sono visti privati a vita del ciclomotore (questo significa 'confiscare') a causa di minori violazioni al Codice della strada, come la guida con il casco slacciato. Anche il precedente Governo, su sollecitazione sempre nostra, si era impegnato alla restituzione dei mezzi attraverso un disegno di legge, che però non fu mai approvato a causa della fine della legislatura.

Ci auguriamo che l'attuale Governo mantenga la parola data, magari evitando di affidarsi ad un disegno di legge come il precedente Esecutivo, ma provvedendo da subito con un decreto a restituire a decine di migliaia di cittadini il proprio mezzo di trasporto ormai bloccato da anni in qualche garage o magazzino. Potrebbe così meritoriamente porre rimedio da subito ad una legge sbagliata ed eccessivamente punitiva.

Fonte

Nota della Redazione di Sicurauto.it: questa decisione ci sembra giusta visto che vi era una disparità di trattamento per alcuni cittadini. Tuttavia troviamo fuori luogo definire “minori violazioni al Codice della strada” la guida con il casco slacciato. Il casco salva la testa SOLO se correttamente allacciato. E non dimentichiamoci che chi guida con il casco slacciato, e fa un incidente, è un costo per tutti noi!

Ma si sà, se i soldi non escono direttamente dalle nostre tasche è difficile capirlo…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage

Auto usate con danneggiamenti: Ferrari e Porsche in testa

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online