CODICE STRADA: FUORILEGGE I SEMAFORI 'INTELLIGENTI'

(ANSA) - AOSTA, 2 GIU - I semafori 'intelligenti' sono fuorilegge. Di più, l'amministrazione comunale che li installa, in caso di danni o lesioni derivanti da sinistri "comunque riconducibili...

3 giugno 2007 - 9:01

(ANSA) – AOSTA, 2 GIU – I semafori 'intelligenti' sono fuorilegge. Di più, l'amministrazione comunale che li installa, in caso di danni o lesioni derivanti da sinistri “comunque riconducibili all'impiego degli stessi, potrebbe vedersi chiamata a rispondere in sede civile e penale”.

Lo ha ricordato Marino Guglielminotti Gaiet, assessore comunale di Aosta alla Mobilità, incontrando ieri sera i cittadini del quartiere Arco d'Augusto-Saint Roch che sollecitavano l'installazione di semafori 'intelligenti' per ridurre la velocità su alcune strade particolarmente frequentate da bambini e pedoni.

In Valle d'Aosta sono numerose le Amministrazioni comunali (ad aprire al strada è stata quella di Gressan), che hanno installato o hanno in progetto il posizionamento dei semafori così detti 'intelligenti' nei quali si accende il rosso quando un veicolo supera la velocità prescritta.

Una direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulla corretta ed uniforme applicazione delle norme del codice della strada in materia di segnaletica – citata dal vice sindaco di Aosta – evidenzia, tra l'altro, che “alcune Amministrazioni usano il semaforo intelligente come mezzo di controllo della velocità, ma le lanterne semaforiche sono state concepite non per governare localmente la velocità”. Nella circolare, viene ribadito che i semafori servono per regolamentare nel tempo l'avanzamento delle correnti di traffico, sia veicolare che pedonale. “L'azionamento del ciclo semaforico in base della velocità dei veicoli – si legge ancora nella circolare – può quindi costituire una fonte di pericolo per la sicurezza della circolazione”.

E aggiunge la direttiva: “L'azionamento del ciclo semaforico in base alla velocità dei veicoli comporterebbe l'ingiusta ed inutile penalizzazione di quei veicoli che, procedendo ad andatura normale, si trovassero a precedere quelli sopraggiunti a velocità eccessiva, con il probabile rischio di tamponamenti o pericolose manovre evasive da parte di questi ultimi”. La circolare evidenzia, ancora, che “appare peraltro problematico giustificare perché una presunta infrazione venga rilevata ma non sanzionata, bensì penalizzata con un semplice perditempo al semaforo”. Ribadisce, infine, che il Ministero non ha mai rilasciato “approvazione per i dispositivi in questione, per cui non è dato sapere neppure se le misurazioni di velocità effettuate siano corrette”. (ANSA).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Obbligo gomme invernali: tutte le scadenze 2020 – 2021

Stato di ebbrezza alla guida

Multa per guida in stato di ebbrezza: si può fare ricorso?