CASSAZIONE, TARGA USURATA? SI' AL FERMO AMMINISTRATIVO DELL'AUTO

Roma, 31 gen. (Apcom) - L'automobile che ha una targa usurata e che quindi non è più rifrangente è soggetta a fermo amministrativo. E, ai fini della sanzione, non è necessario che la targa sia...

1 febbraio 2008 - 19:58

Roma, 31 gen. (Apcom) – L'automobile che ha una targa usurata e che quindi non è più rifrangente è soggetta a fermo amministrativo. E, ai fini della sanzione, non è necessario che la targa sia stata contraffatta.

La Cassazione ha deciso di seguire la linea dura nei confronti degli automobilisti che girano con mezzi fatiscenti e, con la sentenza 2214 del 30 gennaio 2008, ha accolto il ricorso della Prefettura di Belluno. Infatti il giudice di pace di Feltre, a marzo 2004, aveva accolto l'opposizione di un automobilista la cui auto era stata sottoposta a fermo amministrativo in seguito al ritiro della targa “che, in quanto usurata, era priva delle caratteristiche di rifrangenza”. Il giudice di pace aveva quindi dato ragione all'uomo, sostenendo che il ritiro della targa è previsto soltanto in caso di contraffazione.

Contro questa decisione la Prefettura di Belluno ha fatto ricorso alla Suprema Corte e lo ha vinto in pieno: nell'accogliere l'unico motivo presentato, la seconda sezione civile di piazza Cavour, ha affermato che “il fermo amministrativo è previsto, ai sensi dell'articolo 100, comma 15 del Codice della strada, non soltanto nel caso di targhe contraffatte, ma anche quando, come nella specie, le targhe sono prive delle caratteristiche rifrangenti perché usurate”.

fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

IIHS, Alcol e Marijuana: il 33% si mette al volante subito dopo il mix

Multe stradali: nel 2023 l’importo aumenterà di oltre il 10%

Cinture di sicurezza sui camion: il 17% non le usa in Europa