Ammesso il ricorso contro l'ordinanza-ingiunzione prefettizia anche dopo l'avvenuto pagamento

Cassazione Civile, sez. I - Sentenza n. 3735 del 25-02-2004 La prescrizione dell'art.203 del codice della strada, la quale impone che il ricorso al Prefetto contro il verbale di accertamento della...

7 marzo 2004 - 10:16

Cassazione Civile, sez. I – Sentenza n. 3735 del 25-02-2004

La prescrizione dell'art.203 del codice della strada, la quale impone che il ricorso al Prefetto contro il verbale di accertamento della violazione sia proposto nel termine di sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, solo – qualora non sia stato effettuato il pagamento – attiene ad una fase preliminare rispetto alla decisione amministrativa e riguarda il pagamento in misura ridotta, non riguarda cioè la fase successiva alla adozione dell'ordinanza-ingiunzione del Prefetto ed il conseguente pagamento della sanzione irrogata con tale provvedimento.

Tale disposizione non può essere invocata per chiedere la declaratoria di inammissibilità in caso di pagamento dell'ordinanza prefettizia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Targhe estere UE boccia il divieto

Targa personalizzata auto: si può avere in Italia?

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online