Accolto il ricorso del comune di Pignataro Maggiore

Autovelox. Il Riesame di Santa Maria Capua Vetere accoglie il ricorso del comune di Pignataro Maggiore. Dissequestrate le somme incassate a seguito del rilevamento delle infrazioni al codice della...

28 settembre 2009 - 7:48

Autovelox. Il Riesame di Santa Maria Capua Vetere accoglie il ricorso del comune di Pignataro Maggiore. Dissequestrate le somme incassate a seguito del rilevamento delle infrazioni al codice della strada ed affermata la correttezza dell’azione amministrativa dell’ente guidato dal sindaco Giorgio Magliocca. La notizia è arrivata in tarda serata e ad avvisare il primo cittadino è stato l’avvocato Alfonso Quarto, difensore del comune di Pignataro Maggiore. “Non crediamo di aver vinto la guerra – ha dichiarato la giovane fascia tricolore – ma è una piccola soddisfazione rispetto a quanti avevano gridato in modo generalizzato e scomposto allo scandalo autovelox coinvolgendo anche il mio ente che invece, a differenza di tutti gli altri comuni, ha già in questa prima fase dimostrato di aver agito correttamente ed a tutela degli utenti della strada.

Così si legge nella motivazione del collegio del riesame. Solo per onore della verità – ha proseguito Magliocca – voglio ricordare che l’autovelox di Pignataro Maggiore rilevava infrazione per velocità superiori agli 85 Km orari, su una strada dichiarata pericolosa dalla stessa Polizia stradale e dalla Prefettura di Caserta, dove tra l’altro vi erano stati molteplici incidenti mortali, di cui uno si è verificato proprio qualche sera fa dopo la sospensione del servizio imposto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, e nel rispetto di tutte le disposizioni dettate dalla legge in materia”.

fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?