Cittadino modello: segnala alla Polizia un camionista ubriaco

Un citttadino mette in allerta la Polizia: aveva visto un camionista mettersi, ubriaco, alla guida del suo Tir

25 ottobre 2013 - 6:00

La scena è questa: qualche giorno fa, a Gallarate, un uomo entra in un bar di mattina presto, alza parecchio il gomito (un bicchiere via l'altro), e poi, anziché andare a farsi un sano sonnellino a casa, o anziché smaltire la sbornia con una passeggiata, monta sul proprio Tir e si mette in viaggio. In quel momento, quell'uomo è una “bomba a orologeria”, pronta a esplodere specie se ci sono situazioni d'emergenza, che gli impongono di reagire con prontezza; per fortuna, a bloccare questa “mina vagante”, ci pensa un cittadino che ha assistito a tutta la scena: allerta la Polizia locale, che blocca il Tir all'ingresso dell'autostrada. Alcoltest al guidatore, e conferma dei timori del cittadino che aveva fatto la segnalazione: conducente ubriaco.

SE LA DELAZIONE NON È PECCATO – Il cittadino ha fatto benissimo ad avvertire tempestivamente le Forze dell'ordine, evitando il peggio. Fra l'altro, l'uomo alla guida dell'autocarro, accortosi del veicolo della Polizia locale, ha perfino tentato di immettersi in autostrada di tutta fretta. Ma l'intervento degli agenti è stato prontissimo. Il conducente è stato quindi indagato per guida in stato di ebbrezza: addirittura, due grammi di alcol per litro di sangue. Il limite di legge per i conducenti professionali è zero grammi: all'accertamento operato dalla polizia locale potrà seguire la revoca della patente di guida. Non finisce qui: il veicolo condotto dall'autista era un autocarro carico, della portata di 12 tonnellate e della lunghezza di 13 metri. Un ubriaco al volante di un bestione stracarico: pericolosissimo. “La particolarità di questo intervento – dice Emiliano Bezzon, comandante della polizia locale di Gallarate – sta nel senso civico del cittadino che ha segnalato il potenziale pericolo alla Polizia locale, consentendo di intervenire tempestivamente: a questo cittadino vanno il plauso e il ringraziamento dell'amministrazione comunale, cui credo possano ben associarsi anche quelli dell'intera cittadinanza”.

NEOPATENTATI E PROFESSIONISTI – Per chi ha la patente da meno di tre anni (neopatentato), c'è la tolleranza zero (idem per i conducenti professionali, qual è il caso in esame): non può mai bere neppure un goccio d'alcol prima di guidare. Lo prevede l'articolo 186-bis del Codice della strada. I conducenti che guidino dopo aver assunto bevande alcoliche sono puniti con la sanzione di 163 euro (e taglio di 5 punti) qualora sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a zero e non superiore a 0,5 grammi per litro. Nel caso in cui il conducente provochi un incidente, le sanzioni sono raddoppiate.

TUTTI I LIMITI E LE MULTE – In generale, invece, occorre fare una distinzione, a seconda del tasso alcolemico. Ecco tutti gli importi. Prima fascia: multa di 527 euro qualora sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro. Scatta anche la sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. E taglio di 10 punti-patente. Seconda fascia: l'ammenda sale a 800 euro e l'arresto fino a sei mesi, se viene individuato un valore superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi (più la sospensione della patente da sei mesi a un anno). E taglio di 10 punti-patente. Terza fascia: sanzione massima di 1.500 euro, arresto da sei mesi a un anno, per un valore superiore a 1,5 grammi per litro (più la sospensione della patente da uno a due anni). Con la sentenza di condanna ovvero di applicazione della pena a richiesta delle parti, anche se è stata applicata la sospensione condizionale della pena, è sempre disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso il reato, salvo che il veicolo stesso appartenga a persona estranea. Ma se la macchina non è del trasgressore, la durata della sospensione della patente è raddoppiata. E qualora per il guidatore che provochi un incidente sia stato accertato un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, la patente è revocata. Per non correre nessun rischio, è utile fare delle prove da sé, col proprio alcoltest: vedi Alcolino.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sanzioni penali

Sanzioni penali del Codice della Strada: quali sono

Tesla: auto fuori garanzia, 8 mila dollari per il motore bruciato

Mini Cooper 2021: vince facile nel test dell’alce, ma a quale prezzo?