Citroen DS3, ecco il restyling con nuovi far full LED

Insieme ai nuovi gruppi ottici sulla Citroen DS3 debuttano la frenata automatica di emergenza e nuovi motori turbodiesel

23 maggio 2014 - 16:08

Lanciata sul mercato nel 2010 e protagonista di un buon successo, fatto di 300.000 esemplari venduti e di un tasso di conquista di nuovi clienti del 66%, la Citroen DS3 (anche in versione Cabrio, qui la nostra prova) si rinnova senza stravolgersi, ricevendo diverse modifiche sostanziali. Quella più evidenti sono i nuovi gruppi ottici anteriori che, per la prima volta nel segmento sono dotati sia delle tecnolgie Led e Xeno, che degli indicatori di direzione a scorrimento. Ogni proiettore utilizza simultaneamente tre moduli LED e un modulo Xeno, così il fascio luminoso risulta ampio e omogeno. Allo stesso tempo si ottiene un risparmio a livello energetico, quantificabile in un 35% per gli anabbablianti e in un 75% per gli abbaglianti. Inoltre, la durata standard delle luci a LED è di 20.000 ore, cioè venti volte in più delle tradizionali lampade alogene.

INDICATORI DI DIREZIONE A SCORRIMENTO – Gli indicatori di direzione a scorrimento, invece, rappresentano una novità assoulta nel segmento B e sono un'eredità delle ultime concept car Citroen, la Numéro 9 e la Wild Rubis. Sono composti da una fila di LED che si accendono in sequenza, migliorando la visibilità del segnale. Infine, il frontale viene completato dalla nuova fila di luci diurne a LED incastonate nelle prese d'aria anteriori, configurando un insieme di fasci luminosi che rendono la zona anteriore della DS3 molto caratteristica. Ma le luci a LED arrivano anche nella parte posteriore della DS3, arricchite da un effetto 3D.

ACTIVE CITY BRAKE – Altra novità molto interessante, che è anche una prima assoluta in casa Citroen, è la tecnologia Active City Brake per la frenata d'emergenza in città. Si tratta di un sistema di frenata automatica che permette di evitare i tamponamenti a bassa velocità. Un captatore laser a corto raggio, posizionato nella parte superiore del parabrezza, rileva i veicolo che si muovono nello stesso senso di marcia oppure che sono fermo davanti alla vettura. Se la velocità della DS3 è inferiore a 30 km/h, viene azionata automaticamente la frenata per evitare la collisione. Sempre parlando di sicurezza, sulla DS3 restyling sarà disponibile anche la telecamera posteriore per la retromarcia.

NUOVI MOTORI – La Citroen DS3 riceve anche alcuni aggiornamenti sui motori, con i nuovi diesel 1.6 BlueHDi 120 e 1.6 BlueHDi 100 (già Euro6) che integrano un modulo SCR (Selective Catalytic Reduction), posizionato a monte del FAP additivato. Questa tecnologia permette di trattare i NOx (- 90%), riducendo le emissioni di CO2. Così la versione da 100 CV emette solo 81 g/km di CO2 e quella da 120 sale a 94 g/km di CO2, con consumi dichiarati, rispettivamente, di 3,1 L/100 km e 3,6 l/100 km. Tra i benzina, invece, debutta il 3 cilindri 1.2 e-VTi 82 ETG con cambio robotizzato (lo abbiamo provato qui) a 5 rapporti, che dichiara 4,3 L/100 km e 99 g/km di CO2.

1 commento

mimmo
11:40, 26 maggio 2014

insomma, un albero di natale…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali