Citroen DS3 Cabrio, l'estate tutto l'anno

La Citroen DS3 Cabrio mantiene tutte le caratteristiche della berlina aggiungendo il piacere della guida a cielo aperto

27 maggio 2013 - 16:07

La Citroen DS3 fa parte di un club esclusivo e ristretto, quello delle piccole decappottabili. Se si vuole viaggiare col vento tra i capelli, ma portandosi dietro un corpo vettura che non superi i quattro metri, i modelli che soddisfano entrambe le condizioni sono solo tre: la Citroen DS3 Cabrio, la Fiat 500 C e la Mini Cabrio. L'italiana è piccola e costa poco, l'inglese è un filo più grande ed è molto più cara. Entrambe sono omologate per quattro, ma di fatto sono delle 2+2. La DS3 è sicuramente la più equilibrata, con un prezzo a metà tra le due concorrenti, dimensioni ragionevoli (3,95 m di lunghezza) e 5 posti sulla carta di circolazione, che nella realtà accolgono comodamente quattro persone.

CABRIO QUATTRO STAGIONI – La francesina ha perso la testa, ma non il lume della ragione, perché, di fatto, si può usare tutto l'anno, senza quei limiti che tutte le convertibili tradizionali si portano dietro. L'attestato di “cabriolet quattro stagioni” è certificato dalla modularità dei sedili posteriori (ribaltabili 2/3- 1/3) e dal portellone a traslazione circolare, che si apre anche in spazi ristretti, riducendo la perdita di volume utile, rispetto alla berlina, a soli 40 litri. La DS3 Cabrio è un po' ingrassata, mettendo su 25 chili, che sono serviti per irrigidire il telaio nella zona posteriore. L'aggravio è contenuto perché l'auto mantiene i montanti laterali, a differenza della “nonna” C3 Pluriel, sulla quale si potevano smontare e lasciare in garage, una soluzione scenografica ma poco pratica.

CAPOTE A 3 STADI – Sulla DS3 Cabrio la capote elettrica scorre indietro e si arresta in 3 posizioni: intermedia, apertura orizzontale e apertura totale, nella quale si ripiega sul baule posizionandosi dietro ai passeggeri posteriori e lasciando quasi del tutto libera la visuale. La chiusura completa richiede 16 secondi di tempo ed è possibile fino a 120 km/h; se il temporale vi sorprende non dovete nemmeno fermarvi, basta spingere un pulsantino e rimanete all'asciutto. Citroen ha curato molto l'insonorizzazione, scegliendo per la capote materiali di qualità e montando un deflettore aerodinamico che fuoriesce dal parabrezza appena si apre il tetto, deviando i flussi d'aria e annullando i fruscii nell'abitacolo.

BENZINA E DIESEL PER TUTTI I GUSTI – Queste sono tutte le differenze tra la DS3 Cabrio e quella “chiusa”, per tutto il resto la piccola Citroen è immutata e conserva le caratteristiche che ne hanno decretato il successo commerciale, fatto di oltre 200.000 esemplari venduti. Una gamma completa , con il nuovo 1.2 3 cilindri da 82 CV per chi fa pochi chilometri senza fretta, il 1.6 VTI da 120 CV se si vuole più brio e il 1.6 e-Hdi da 90 CV adatto agli stradisti. Infine, al topo di gamma si colloca il 1.6 THP da 155 CV e 240 Nm, che fa scattare la DS3 Cabrio da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)