Chiusura della discoteche alle 3: tante condanne!

"Una condanna a morte per il turismo e lo sviluppo economico di un'intera regione". Così definisce Nicola Pertuso, presidente per la Puglia del Silb (associazione italiana imprenditori locali...

18 febbraio 2004 - 20:10

“Una condanna a morte per il turismo e lo sviluppo economico di un'intera regione”. Così definisce Nicola Pertuso, presidente per la Puglia del Silb (associazione italiana imprenditori locali da ballo), il disegno di legge del Ministro Carlo Giovanardi che prevede, tra le altre, la chiusura delle discoteche alle 3 di notte.

Nel giorno della votazione (oggi 18 febbraio in seno alla I commissione affari costituzionali della Camera) degli emendamenti presentati da esponenti dell'Opposizione al Testo Unificato, gli operatori del settore sono di nuovo sul piede di guerra.

“In queste ore”, afferma Pertuso, “con una leggerezza ed un'approssimazione inaudita, si sta scherzando con il futuro di 2500 imprese in tutta Italia, oltre 140 solo in Puglia, che creano sviluppo e posti di lavoro”.

Secondo l'associazione degli imprenditori dei locali da ballo “se l'Italia vuole rinunciare definitivamente ad essere un paese a vocazione turistica e vuole perdere un settore produttivo, allora siamo sulla strada giusta”.

“In questa maniera”, conclude Pertuso, “il Governo non si schiera dalla parte dei giovani, anzi. In Puglia poi mette in ginocchio uno dei volani principali dell'economia. Sono altre le soluzioni da adottare per far fronte ai problemi, peraltro condivisibili, della sicurezza stradale. Noi ci siamo impegnati attraverso una serie infinita di iniziative: dall'autista designato che deve guidare l'auto dopo la discoteca, dallo stop alla somministrazione di bevande alcoliche dopo un certo orario, fino al test alcolemico all'uscita dei nostri locali”.

Tra gli emendamenti presentati anche quelli nei quali si fa presente che la competenza in materia di orari di chiusura dei locali di intrattenimento serale e di somministrazione deve essere della Regione e non invece lo Stato come prevede il disegno di legge.

Con una lettera aperta al Governatore pugliese Raffaele Fitto, il Silb aveva chiesto l'avvio di un intervento legislativo per regolare la materia.

L'anticipazione dell'orario di chiusura delle discoteche, secondo gli addetti, avrebbe come unico risultato negativo quello di spostare importanti flussi turistici in paesi diretti concorrenti dove non esistono limiti di tipo proibizionistico alla fruizione del divertimento serale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)