Caserta, nonostante sia vietata la moda del ferring sta contagiando tutti: giovani e adulti

CASERTA - Che cosa sono i "ferring", sono quei led di colore blu che vengono installati sui veicoli a motore per ornamento. Chi ne fa uso? La moda ha contagiato giovani e adulti, sono installati...

22 marzo 2010 - 10:33

CASERTA – Che cosa sono i “ferring”, sono quei led di colore blu che vengono installati sui veicoli a motore per ornamento.

Chi ne fa uso? La moda ha contagiato giovani e adulti, sono installati per abbellire i ciclomotori, le auto e molti camion ad ornamento consapevole della bellezza del proprio veicolo la sera quando si accendono le luci dei veicoli. Quasi sempre vengono installati senza sapere ha cosa si va incontro in caso di controllo delle forze di Polizia, è diventata una moda per altro molto in voga.

Sui motoveicoli e motocicli, in genere sono posti nei fari, nella parte interna delle marmitte e anche nelle scocche per abbellimento, sugli autoveicoli sono installati sul cofano, dentro i fari e, qualcuno anche dietro l'autovettura, mentre nei camion sono molto usati nella parte posteriore.

Nonostante l'art. 151 del codice stradale indichi chiaramente quali sono e che colore devono avere le luci dei veicoli a motore, qualsiasi altra luce è fuori norma, e in tal proposito si è pronunciata anche la Comunità Europea, ma vediamo in merito cosa dice il codice della strada e quali sono le conseguenze. II codice della strada vigente e il decreto ministeriale del 14 novembre del 1997 pubblicato sul supplemento ordinario n. 29 alla G.U. n. 42 del 20 febbraio 1998.

Ebbene, questo è quello che precisa la legge, a tal proposito, ci sono anche direttive della Commissione Europea, la Direttiva 97/28 CE della Commissione, dell'11 giugno 1997 che adegua al progresso tecnico con la Direttiva 76/756/CEE del Consiglio Europeo relativa all'installazione dei dispositivi d'illuminazione e di segnalazione luminosa dei veicoli a motore e dei loro rimorchi.

La direttiva di cui sopra, cita testualmente “Ogni colorazione diversa dei dispositivi d'illuminazione e di segnalazione luminosa installati sui veicoli a motore e loro rimorchi, deve intendersi come una modifica alle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione”.

Qualora, durante i controlli di Polizia, fosse accertato che i veicoli siano dotati di luci diverse da quelle previste dal D.M. 14.11.1997, e qui si riferisce proprio ai “ferring”, tale modifica rientra nell'art. settantotto del C.d.S. con relativo ritiro della carta di circolazione e invio alla Motorizzazione Civile per una revisione straordinaria, al fine di accertare se le luci, abusivamente installate, siano state rimosse. Le modifiche alle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione operate dagli utenti abusivamente, trovano pieno titolo nell'art. settantotto del nuovo codice della strada ove tra l'altro è prevista una sanzione da €.389,00 fino a €. 1.559,00.

Infatti, ogni modifica può rendere concreta confusione e pericolo ai fini della circolazione e della sicurezza stradale, pertanto oltre alla prescritta sanzione deve esserci la certezza che l'anomalia riscontrata sia prontamente eliminata, solo il ritiro della carta di circolazione e il relativo fermo del veicolo potrà garantire i prescritti adeguamenti.

Nel caso specifico, cioè la modifica dei dispositivi d'illuminazione, sostituendo le luci bianche prescritte dalle norme vigenti, con luci blu o di altro colore, o addirittura installarne delle altre, in caso di revisione straordinaria l'utente non potrà aggiornare la carta di circolazione perché dispositivi vietati, ma si potrà verificare con assoluta certezza, se, e dopo l'accertamento della Polizia, l'utente abbia badato a ripristinare il proprio veicolo manomesso secondo le norme vigenti del Codice della Strada.

Riflettendo bene, ci chiediamo; Vale la pena spendere dei soldi per decorare il proprio veicolo a motore quando poi sappiamo a cosa si va incontro se siamo fermati dalle forze di Polizia? Sarebbe il caso di riflettere un po'.

fonte – ecodicaserta.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km

Incidenti stradali in Europa: 6 mila bambini, le vittime in 10 anni