Car2go, incubo addebiti ingiustificati

Sulla pagina Facebook di Car2go, si moltiplicano le lamentele: utenti che ricevono addebiti ingiustificati sulla carta di credito

11 novembre 2013 - 6:00

La premessa è che Car2go (il car sharing di Daimler e della società di noleggio Europcar, che ha già conquistato Milano) è un servizio molto utile per i brevi spostamenti. Ma facciamo giornalismo e i nostri lettori per noi sono preziosi: quindi è per SicurAUTO.it doveroso dare conto delle segnalazioni di disservizi. È un nostro lettore a lanciare l'allarme, e a girarci una mail inviatagli dal servizio clienti di Car2go: “Ci risulta – questo il testo in estrema sintesi – che lei abbia avuto un addebito di tot euro sulla carta di credito. È un errore di cui ci scusiamo: se ci fornirà i dati Iban del suo conto corrente, provvederemo quanto prima a riaccreditarle quanto addebitatole per sbaglio”. Il fatto è che in un guaio tecnico del genere si sono imbattutti anche altri utenti: basta andare Sulla pagina Facebook di Car2go per rendersene conto.

UN PAIO DI ESEMPI – Un utente su Facebook lamenta, a proposito di addebiti ingiustificatu: “Io questo problema l'ho avuto un paio di settimane fa al punto che mi avete inviato un sms per indicarmi che il noleggio non si era concluso a dovere. Cosa devo fare per ottenere un rimborso?”. Un altro: “Ma il minuto perso in più lo rimborsate poi? Io perdo più tempo a star dietro al vostro sistema tra navigatore e computer di bordo che a percorrere il tragitto”. A dire il vero, sulla stessa pagina, il servizio risponde con solerzia: “Ciao, tutti i minuti in eccesso verranno rimborsati. Basta segnalare al nostro servizioclienti@car2go.com l'orario di chiusura del noleggio. Grazie mille”.

PROBLEMI TECNICI – Come già SicurAUTO.it ha avuto modo di sottolineare, almeno in questa fase iniziale Car2go ha avuto qualche problema coi i server: giovedì 7, a livello europeo (quindi anche a Milano), si sono verificati disguidi tecnici che hanno mandato in tilt il sistema. Che cosa è accaduto? Il noleggio non si concludeva nonostante il guidatore portasse a termine tutte le operazioni: all'utente sono stati addebitati altri minuti che in realtà non ha goduto. Sulla propria pagina Facebook, la società Car2go ha subito pubblicato le istruzioni su come rimediare; inoltre ha garantito la restituzione di quanto addebitato su carta di credito: “Il servizio è tornato alla normalità. Ci scusiamo di nuovo per i disagi causati dal problema tecnico di oggi. Provvederemo a contattare singolarmente i clienti che non sono riusciti a chiudere i noleggi, per stornare i minuti in eccesso”.

UN SERVIZIO PREZIOSO – Resta il fatto che questa formula di “pay per use” (si paga per quanto si utilizza la macchina) può essere valida se si soppesano pro e contro. Il vantaggio è che non si pagano bollo, Rc auto, carburante, e che l'auto si prende e si lascia dove si vuole in città. Le vetture possono essere utilizzate per il periodo necessario e lasciate in ogni parcheggio pubblico all'interno degli oltre 120 chilometri quadrati dell'area coperta dal servizio, senza restrizioni in termini di tempo e senza richiedere il versamento di canoni mensili o annuali. Gli utenti registrati pagano solo in caso di effettivo noleggio con un prezzo al minuto “all inclusive”, inclusi costi di parcheggio e la congestion charge legata alla cosiddetta Area C. C'è poi la possibilità di parcheggiare negli spazi delimitati dalle strisce gialle riservati a residenti e senza dover pagare su quelle blu. Però paghi € 0,29 al minuto e € 14,9 all'ora. Non poco, per un massimo di 59 euro giornalieri. Ricordate che la guiderete in una città trafficata come Milano, dove si passano tanti minuti fermi: e il conto lievita. Sono 1,45 euro ogni 5 minuti, che diventano 2,9 euro per 10 minuti. Forse, l'aspetto meno noto è che, se si causa un incidente con colpa, la polizza Rc auto copre i danni all'altra vettura, però c'è una franchigia di 500 euro per i danni alla Smart. Significa che, se i danni sono di un importo inferiore a 500 euro, l'esborso sarà totalmente a carico di chi ha preso la smart col Car2go; se sarà superiore a 500 euro, quella somma verrà pagata dal guidatore della Smart, e il resto viene coperto dal servizio di car sharing.

1 commento

Giuseppe
9:07, 13 aprile 2014

Mi sembra un servizio un po' caro….

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?