Car pooling al posto dello scuolabus? In Veneto non ci stanno

Anche un'iniziativa interessante come l'auto condivisa può diventare sgradita, se viene intesa come sostitutiva di un servizio pubblico che si vuole eliminare

13 giugno 2011 - 6:52

Le iniziative riguardanti l'auto condivisa stanno nascendo e rafforzandosi un po' in tutte le regioni d'Italia da parte di soggetti privati, di amministrazioni pubbliche e di aziende, anche se non sempre sono utilizzate o ritenute utili, non abbiamo notizie che vi siano persone ideologicamente ostili a questa soluzione che permette di offrire e ottenere passaggi in auto risparmiando carburante ed emissioni inquinanti.

ADDIO SCUOLABUS – Eppure, intorno all'idea di un car pooling attualmente in fase di studio da parte delle amministrazioni di due comuni, in Veneto è scoppiata la bagarre. Anche qui, lo scontro non ha ragioni ideologiche, ma assoluatemnte pratiche: mentre l'anno scolastico è ormai terminato, infatti, le giunte comunali di Preganziol e di Mogliano Veneto hanno comunicato ai cittadini di voler lanciare un progetto di auto condivisa per il trasporto dei bimbi a scuola, annunciando contemporneamente la sospensione del servizio scuolabus. In pratica, è come dire che i pulmini che accompagnano i bimbi a scuola e vanno a riprenderli spariranno e che a coprire il servizio dovranno pensare i genitori organizzandosi tra loro condividendo l'auto, con l'aiuto dei comuni.

PARLIAMONE – Ovviamente, i genitori e le opposizioni alle rispettive giunte in carica sono insorte sostenendo, non senza ragione, che il servizio di car pooling non può essere sostitutivo di quello pubblico che si vuole sopprimere, ma semmai complementare a quest'ultimo. La polemica è rovente, tanto rovente che a Preganziol i consiglieri dell'opposizione Sandro Pistolato, Rita Pillon, Paolo Galeano, Franco Zanata e Stefano Mestriner hanno presentato una mozione al consiglio comunale che verrà discussa il prossimo 23 giugno. L'idea è quella di bloccare il progetto del car pooling almeno fino a settembre e di aprire un tavolo di discussione tra amministrazione, scuole e famiglie. A Mogliano Veneto, invece, la giunta sembra comunque orientata a interrompere il servizio scuola bus già a partire dall'inizio del prossimo anno scolastico, senza ulteriori indugi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione sorpasso contromano

Cassazione: il sorpasso contromano comporta due infrazioni

Autobus a fuoco: l’80% si incendia a causa del motore

Monopattini elettrici a numero chiuso

Monopattini a Milano: troppi incidenti, arrivano gli steward