Canicattì, automobilisti formano un comitato per chiedere più sicurezza stradale

Alcuni automobilisti, hanno manifestato l'intenzione di costituire un comitato per presentare una formale richiesta, presso il comando dei vigili urbani, per chiedere l'istallazione di alcuni ...

17 settembre 2010 - 3:59

Alcuni automobilisti, hanno manifestato l'intenzione di costituire un comitato per presentare una formale richiesta, presso il comando dei vigili urbani, per chiedere l'istallazione di alcuni limitatori di velocità all'interno della circonvallazione. La necessità dei dossi artificiali viene evidenziata, a seguito dei numerosi incidenti verificatisi nella via. In qualsiasi ora del girono, in questa strada, le automobili sfrecciano come dei veri e propri bolidi, in certe occasioni sembra di essere in un circuito automobilistico.

Numerosi incidenti si sono verificati nelle ultime settimane. Qualche giorno fa, un'automobile è uscita di strada ed è finita su un'auto in transito causando il ferimento di una donna. Per non parlare poi dei numerosi testacoda che si verificano con cadenza settimanale. Per fortuna finora, non ci sono state conseguenze gravi per le persone ma solo danni ai veicoli. L'esuberanza di alcuni sconsiderati però, prima o poi, potrebbe causare qualche tragedia. In molte zone di Canicattì, i dossi artificiali hanno risolto il problema legato all'eccesso di velocità urbana.

I dossi artificiali in via Giglia, dovrebbero servire a scoraggiare l'esuberanza di imbecilli che improvvisandosi “piloti” spesso mettono a repentaglio la loro vita e quella di ignari pedoni. Dal Comune fanno sapere che l' opera di riorganizzazione stradale interesserà diverse zone della città dove il problema legato alla sicurezza è veramente critico. Si valuterà dunque, l'aggiunta di nuovi sistemi di rallentamento. Non va dimenticato che in questi mesi i dossi presenti in città, hanno fornito un servizio non indifferente. Quelli installati in via Pirandello, nei pressi degli istituti scolastici, hanno permesso agli studenti di recarsi a lezione senza correre il rischio di essere travolti da qualche auto in corsa.

fonte – canicattiweb.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bambini a rischio sugli scuolabus: la tecnologia V2X potrebbe salvarli

Monopattini in sharing

Monopattini in sharing: chiesta la rimozione per elevato rischio di contagio

Acquisto auto online: lo farà il 10% degli italiani entro il 2030