Buche stradali, l'auto "anti-buche" le vedrà in anticipo [Video]

Il nuovo sistema della Ford Focus rileva in anticipo le buche stradali e regola le sospensioni per evitare danni agli pneumatici

Buche stradali, l'auto
Una delle paure più grandi di ogni automobilista sono le buche: inaspettate, profonde e molto pericolose. Una strada dissestata rappresenta non solo un rischio per la nostra incolumità, ma anche un grave peso sui costi di gestione dell'auto, causando spesso forature o rottura delle sospensioni se non peggio. Da Ford arriva il rimedio, la nuova Focus presenta infatti un nuovo sistema elettronico per le sospensioni che individua in anticipo la presenza di una buca e reagisce in modo che non si verifichino danni, garantendo contemporaneamente un livello di sicurezza più alto.

QUANTE BUCHE IN EUROPA 

Prima di studiare una soluzione gli ingegneri Ford sono andati a fondo nell'analisi del problema, valutandone l'entità in base ai problemi crescenti di dissesto sulle strade europee (ecco gli ultimi dati relativi all'Italia), amplificati dal rigido inverno che ha colpito in particolare alcune aree dell'Est. I dati più rilevanti hanno indicato che da gennaio a giugno 2018 solo in Inghilterra e Galles è stata riparata una buca ogni 21 secondi, mentre a Colonia dopo l'ultimo inverno sono state già segnalate oltre 6.000 nuove buche. E ancora, dopo le numerose notizie che hanno infiammato i media durante gli scorsi mesi, non poteva non essere citata l'Italia e Roma, dove sono stati registrati oltre 50.000 interventi di riparazione buche in appena un mese di tempo (ecco come agisce la macchina tappa-buche di Roma). Le istituzioni europee sono già consapevoli della gravità della situazione - leggi del progetto europeo per l'asfalto senza buche - così come i costruttori che si stanno adoperando per sviluppare nuovi sistemi preventivi come quello che vedrete nel video seguente.

LA FOCUS ANTI-BUCHE 

In alcuni casi si è intervenuto direttamente sui cerchi o sui pneumatici per renderli più resistenti agli impatti (qui puoi vedere la soluzione di Michelin), ma giustamente un produttore di auto cerca di migliorare la meccanica del veicolo (scopri le sospensioni attive SMotion). È quest'ultimo il caso di Ford, che sulla nuova Focus lancia il sistema di rilevamento Ford Pothole, una tecnologia di smorzamento a controllo continuo della vettura che ogni 2 millisecondi monitora le sospensioni, il telaio, lo sterzo e gli innesti di frenata regolando elettricamente la risposta dei componenti per assicurare una guida più fluida e lineare. Il Ford Pothole rileva una buca e prima che la ruota ci finisca dentro regola la sospensione: in questo modo il pneumatico non si abbassa fino a scendere sul fondo e non colpisce violentemente il lato opposto della buca. Il tutto accade in una piccola frazione di secondo, ed il processo risulterebbe ancor più veloce sulle sospensioni posteriori, avvisate con un "segnale" da quelle anteriori.

TEST ESEGUITI SU UNA "VERA" STRADA 

Da anni ormai Ford è impegnata nello studio di tecnologie anti-buche, il nuovo sistema segue la strada della mappatura del terreno di cui vi avevamo parlato qui, ma ciò che dimostra l'attenzione del Costruttore americano è l'utilizzo di una strada appositamente creata in Belgio per eseguire i propri test contro i dissesti. Ed oltre ad aver replicato le buche delle peggiori strade di tutto il mondo, gli ingegneri hanno testato i propri sistemi per centinaia di ore su molti tratti pubblici europei utilizzando attrezzature simili a quelle dei sismologi per arrivare al risultato finale proposto ora sulla Focus.

Pubblicato in Sistemi di sicurezza il 06 Agosto 2018 | Autore: Redazione


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri