Brindisi – Quei paletti non sono a norma

"I dissuasori di sosta installati in piazza Duomo a Brindisi non rispondono ai requisiti previsti dal Codice della Strada". Parola di Aldo Indini. Il geometra, ex perito del Traffico del ...

22 aprile 2010 - 12:45

“I dissuasori di sosta installati in piazza Duomo a Brindisi non rispondono ai requisiti previsti dal Codice della Strada”. Parola di Aldo Indini. Il geometra, ex perito del Traffico del Comune, rispolvera la sua competenza in materia per segnalare una “clamorosa” violazione. Documenti alla mano.

La precisione, in certi casi, è d'obbligo. “Sulle autorizzazioni per l'installazioni di dissuasori di sosta, mi riferisco alla risoluzione del 14 settembre 2008, prot. 84626 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento per i Trasporti Terrestri e il Trasporto Intermodale – Direzione Generale per la Sicurezza Stradale -Divisione II, a firma del Direttore della Divisione l'ingegner Francesco Mazziotta – precisa – Quando i manufatti vengono impiegati nella funzione di arredo stradale secondo il disposto di cui all'articolo 180 del Regolamento ( D.P.R. n. 495/1992), devono essere autorizzati dal Ministero. Il collocamento in opera dei dissuasori di sosta è inoltre subordinato all'emanazione di apposita ordinanza, art. 5 c. 3 del Nuovo Codice della Strada (DLs n. 285/1992)”. Questo il punto. Stando all'ex dipendente comunale i manufatti in piazza Duomo non sarebbero stati autorizzati da chi di competenza. Bassi, di colore nero, posizionati non sui marciapiedi, ma sul manto stradale in una piazza scarsamente illuminata nelle ore serali, risulterebbero poco visibili, quindi pericolosi.

“Stando alle disposizioni del Codice della Strada i manufatti in forma di paletti devono essere privi di spigoli vivi, inoltre devono essere resi meglio visibili al fine di evitare eventuali urti accidentali in condizioni notturne di scarsa visibilità, ad esempio con l'inserzione di elementi rifrangenti di colore giallo almeno sulle testate. Si sconsiglia pertanto l'uso di singoli manufatti isolati e se ne raccomanda l'impiego in sequenze di opportuna estensione e in aree dotate di adeguata illuminazione – dichiara Indini – Se installati su marciapiedi non pongono particolari problemi, se posizionati sulla sede stradale, come nel caso in Piazza Duomo, è invece necessaria la presenza di idonea segnaletica orizzontale di margine, (art. 40 c. 10 lett. a del Codice della strada), realizzata anche con elementi lapidei dove ciò è consentito, (art 152 c. 4 del Regolamento). “Accortezze” del tutto assenti nella centralissima piazza brindisina.

fonte – senzacolonne.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Radiazione auto

Bollo auto non pagato: sanzioni, interessi e radiazione