Bridgestone: ecologia e sicurezza al Salone di Parigi 2012

Esposto il nuovo pneumatico di punta Bridgestone Ecopia EP001S di classe A/A

2 ottobre 2012 - 15:40

Lo stand Bridgestone allestito al Salone di Parigi 2012 mostra al pubblico, in tre zone distinte, la direzione intrapresa dall'azienda nello sviluppo dei propri prodotti: Ecologia, Affidabilità e Innovazione. Nel mentre la vision dell'azienda punta a produrre, entro il 2050, pneumatici ecologici interamente realizzati con prodotti naturali.

ECOLOGIA: L'ULTIMA TECNOLOGIA ECOPIA – All'inizio dello stand è stato posizionato il nuovo pneumatico eco-friendly Ecopia EP001S (misura 195/65R15, quella per la quale è stata certificata la doppia classe A, per le altre misure bisognerà attendere) che in questa occasione celebrerà il suo debutto in Europa. L'Ecopia EP001S, certificato dalla nuova etichetta europea con le classi “A/A” sia per il parametro di risparmio di carburante sia per quello di aderenza sul bagnato, è il primo pneumatico a ottenere la migliore classificazione in Europa e in Giappone. Nella zona 'Ecologia' sarà inoltre presente lo pneumatico a bassa resistenza al rotolamento Ecopia EP25, che verrà esposto come primo equipaggiamento della nuova Peugeot 208. Appena dietro, l'azienda ha esposto il “bicycle” per mostrare ai visitatori come la bassa resistenza al rotolamento possa facilitare la guida. Noi lo abbia provato, interessante anche se forse un po' troppo enfatizzato.

AFFIDABILITÀ: LA TECNOLOGIA RUN-FLAT – Sullo stand è possibile trovare la zona 'Affidabilità' dedicata ai diversi aspetti della sicurezza, un tema particolarmente importante per Bridgestone. Uno scenario invernale presenta la gamma di pneumatici Blizzak, ideali in qualsiasi condizione invernale, una Citroën DS3 equipaggiata con i Blizzak LM-32 e un rimando al coinvolgimento di Bridgestone nella Coppa del Mondo di Sci Alpino Audi FIS. Inoltre, una speciale zona dimostrazione mette in evidenza la sicurezza sul bagnato dello pneumatico di punta della gamma Touring, il Turanza T001, mentre un modulo dedicato alla tecnologia Run-Flat mostra come questa tecnologia riesca a “salvare la situazione” anche in caso di foratura.

PNEUMATICI 100% NATURALI – In occasione del Salone dell'Auto di Parigi, Bridgestone ha presentato anche il prototipo di pneumatico interamente realizzato utilizzando materiali sostenibili. Lo pneumatico esibito rappresenta un esempio dell'uso che Bridgestone fa delle tecnologie avanzate per fare fede al proprio impegno di utilizzare a partire dal 2050 nei processi di produzione dei propri pneumatici solo materiali completamente sostenibili. La realizzazione di questo prototipo di pneumatico è il risultato di uno sforzo collaborativo che ha visto il coinvolgimento di diversi partner tra i quali anche il mondo accademico. Per ottenere il livello “materiali 100% sostenibili” Bridgestone è impegnata in un processo di diversificazione delle aree geografiche dove coltiva la gomma naturale e di ampliamento della gamma di fibre vegetali utilizzate. Inoltre, componenti di origine fossile tradizionalmente utilizzati quali gomma sintetica, nerofumo, e agenti di composizione della mescola, sono stati sintetizzati da biomassa. Il prossimo passo prevede che il Gruppo Bridgestone promuova un'attività di Ricerca e Sviluppo e metta a punto le tecnologie chiave per passare ad una produzione di massa. Inoltre Bridgestone prevedel'immissione sul mercato entro il 2020 di alcuni materiali sostenibili utilizzati nel processo produttivo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?