Brebemi: apre il 1°luglio 2014

Fra un anno l'intera opera sarà messa in esercizio. Ecco le caratteristiche dell'asse autostradale fra Brescia, Bergamo e Milano

27 giugno 2013 - 6:00

Meno uno. Manca un anno e la Brebemi (l'Autostrada Brescia-Bergamo-Milano) sarà completamente aperta al pubblico. L'annuncio è stato dato nel corso dell'Assemblea degli azionisti della società che sta gestendo la realizzazione del collegamento.

UN MILIARDO DI EURO – I lavori già realizzati hanno superato il valore di un miliardo di euro e raggiunto il 70% dell'asse autostradale; alcuni tratti dell'infrastruttura saranno già aperti entro la fine del 2013, mentre l'entrata in esercizio definitiva e completa è stata stabilita al primo luglio del prossimo anno. Da questi giorni la strada provinciale SP 14 “Rivoltana” sarà gradualmente interessata da importanti lavori di potenziamento previsti dall'accordo di programma del 2007 per la realizzazione del collegamento fra Bergamo e Milano.

MENO TRAFFICO – La Brebemi ha l'obiettivo di decongestionare l'attuale rete stradale e autostradale lungo il corridoio Milano-Bergamo-Brescia, che indubbiamente – oggi – non è degno di una regione come la Lombardia. Una volta realizzata e aperta al pubblico, l'autostrada dovrà essere in grado, spiegano i tecnici della società, di “attrarre una parte significativa del traffico di lunga percorrenza che attualmente utilizza la A4 e gran parte del traffico di breve-media percorrenza, e soprattutto di quello pesante, che oggi congestiona la viabilità ordinaria ed assedia i centri abitati delle pianure bergamasche e bresciane”. Lo studio di traffico redatto per il progetto definitivo evidenzia che la nuova autostrada sarà attraversata, mediamente lungo tutto l'asse, da flussi giornalieri di traffico pari a circa 40.000 veicoli all'apertura e quasi 60.000 veicoli a regime. L'entrata in esercizio dell'infrastruttura consentirà un risparmio sui tempi annui di percorrenza pari a circa 20 milioni di ore con una riduzione di circa un terzo dei tempi di percorrenza lungo i principali itinerari est-ovest sulla viabilità ordinaria, mentre per chi percorrerà la Brebemi tra Brescia e Milano il tempo di percorrenza si dimezzerà rispetto alla A4.

A QUATTRO CORSIE – La Brebemi per tutto il suo percorso sarà dotata di tre corsie per senso di marcia più la corsia di emergenza. Il tratto dallo svincolo sud con la TEM (tra Liscate e Comazzo) alla SP 14 “Rivoltana” in provincia di Milano avrà invece due corsie per senso di marcia, oltre la corsia di emergenza. Particolare attenzione è stata data alla cosiddetta “qualità architettonica” dell'opera. Che, secondo i progettisti, deve “porre in evidenza il ruolo del corridoio infrastrutturale quale elemento di riqualificazione del territorio”. Tutte le strutture degli impalcati saranno colorate di verde scuro. La scelta del colore non è casuale ma è legata all'osservazione del contesto per lo più agricolo che ospita l'infrastruttura, al rapporto con gli altri materiali utilizzati per la costruzione e alla volontà di non aumentarne la percezione quanto piuttosto di abbassare la soglia di attenzione provocata dalla loro presenza, attraverso un colore tranquillizzante.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

DPCM 6 marzo 2021

DPCM Draghi 6 marzo 2021: bozza e regole fino a Pasqua [PDF]

Il MIT cambia nome: nasce il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

Covid-19: lo smog rafforza il virus, lo studio in 82 città italiane