Bosch vuole papparsi Koller + Schwemmer

Bosch ha nel mirino Koller + Schwemmer azienda di pompe d'iniezione e produzione in piccola serie

21 maggio 2012 - 11:00

Ampliamento del portfolio di prodotti diesel, e maggiore disponibilità di ricambi e prodotti revisionati: ecco i due immediati risultati nel caso in cui Bosch acquisisse (come ormai probabilissimo) Koller + Schwemmer.

A TUTTA GERMANIA –  La Divisione Automotive Aftermarket della tedesca Bosch intende infatti inglobare le attività di Koller + Schwemmer GmbH & Co. KG, azienda teutonica con sede a Norimberga attiva nel mondo delle pompe d'iniezione e della produzione in piccola serie. L'accordo di acquisizione, già firmato il 7 maggio 2012, ora è soggetto all'approvazione delle autorità antitrust, che in Germania non scherzano.

SEMPRE PIÙ COLOSSO – Appena l'acquisizione andrà in porto, il gigante Bosch gestirà anche un'azienda con un fatturato di circa 20 milioni di euro, e un organico di 125 dipendenti: appunto, Koller + Schwemmer. E così Bosch amplierà la propria offerta di prodotti e servizi per il settore diesel. Si tenga presente che il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi in questo ambito e nel 2011 ha registrato un fatturato di 51,4 miliardi di euro. La Divisione automotive aftermarket del colosso germanico fornisce in tutto il mondo un'ampia gamma di ricambi, servizi e attrezzature per la manutenzione e la riparazione di vetture e di veicoli commerciali: grazie a 11.000 collaboratori presenti in 140 Paesi, provvede alla distribuzione di 450.000 prodotti; conta, inoltre, circa 15.000 officine della rete Bosch Car Service, il più grande network d'autoriparazione indipendente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage