Bollo auto elettriche e ibride: quanto si paga e dove si risparmia

Dall’esenzione del bollo a sconti per alcuni anni, il regime fiscale della auto elettriche ed ibride cambia in ogni regione, ecco quanto si paga

Bollo auto elettriche e ibride: quanto si paga e dove si risparmia
Il bollo auto è una delle voci di costo da cui non si scappa, anche se quasi nessuno quando compra un'auto nuova tradizionale fa caso a quanto pagherà per la tassa di proprietà. Se le auto elettriche sono considerate mediamente ancora fuori budget dagli automobilisti, le auto ibride/elettriche sono il ponte di collegamento per la mobilità a zero emissioni che da nord a sud pagano un bollo auto ridotto. Ecco le regioni in cui guidare un'auto ibrida elettrica, elettrica o ibrida plug-in sono in vigore le esenzioni e gli sconti al 2018.

IL GOVERNO ACCEDNE LA FIDUCIA SULLE AUTO ELETTRICHE

Il Ministro Costa ha lanciato due tra le promesse che gli italiani e il mercato attendono: gli incentivi statali sull'acquisto di auto meno inquinanti e a ruota l'annuncio che il bollo auto sarà più leggero per le auto che inquinano e consumano meno. Un impegno che farebbe pensare a un bollo, se non totalmente scontato, molto basso per le auto ibride elettriche che serve anche ad incentivare l'acquisto di auto usate più moderne: sono circa 5 milioni le auto Euro 3 o inferiori che rischiano i blocchi al traffico in Italia. In realtà in quasi tutte le regioni le auto più pulite sono già interessate da regimi fiscali agevolati. Ecco le regioni in cui le auto elettriche e ibride pagano un bollo più basso o è gratis per alcuni anni.

LOMBARDIA

Partiamo dalla Lombardia dove dal 25 febbraio 2019 scatterà l'Area B, la ZTL più grande d'Italia con i blocchi progressivi anche per le auto più moderne a combustione. Chi acquista un'auto nuova o usata entro i l2018e contestualmente ne rottama una delle classi Euro 0/1/2/3 o Euro 0/1 con impianto originale Gpl o Metano può beneficiare dell'esenzione dal 2018 al 2020. L'auto nuova (fa fede la data di immatricolazione), usata (l'atto di registrazione al PRA) o in leasing dovrà avere una cilindrata non superiore a 2000 cc, classe Euro 5 o 6 e alimentazione ibrida elettrica/ benzina-diesel. Le stesse agevolazioni valgono per le auto ibride a Benzina/Gpl o Metano oppure solo a benzina ma non per quelle alimentate solo a gasolio. Inoltre, per le auto nuove Plug-in con alimentazione ibrida elettrica e benzina/gasolio acquistate tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2020 è prevista una riduzione del 50% della tassa auto per tre anni.

LAZIO

 E VENETO Le auto di nuova immatricolazione con alimentazione ibrida benzina/elettrica o benzina/idrogeno sono coperte dall'esenzione totale al pagamento del bollo per 3 anni pieni, vale a dire 36 mesi dalla data di prima immatricolazione nel Lazio. La stessa agevolazione è prevista nel Veneto allargando l'esenzione del bollo auto anche ai veicoli ibridi elettrici/diesel.

TRENTO E BOLZANO

Nelle provincia autonoma di Trento c'è la più estesa tra le esenzioni del bollo auto su veicoli ibridi elettrici/benzina o benzina/Metano-Gpl e dura per i primi 5 anni dalla data di immatricolazione. E' invece di 3 anni il periodo di esenzione nella provincia di Bolzano.

PIEMONTE

E' in arrivo l'esenzione per i primi 5 anni del bollo anche ai veicoli ibridi fino a 100 kW, per i quali sarà calcolato il bollo solo sul motore termico, mentre la potenza del motore elettrico non contribuisce alla determinazione del bollo auto.

LIGURIA

Per il primo periodo dall'immatricolazione e per i successivi 4 anni in Liguria non pagano il bollo le auto ibride nuove con alimentazione benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica.

VALLE D'AOSTA

Le auto con alimentazione ibrida termico/elettrica e a idrogeno e i veicoli N1 immatricolati tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2019 non pagano il bollo per il primo periodo fisso e per i successivi 4 anni.

EMILIA ROMAGNA

Le auto immatricolate fino al 31 dicembre 2017 con alimentazione benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica sono coperte dall'esenzione del pagamento per i successivi 2 anni dall'immatricolazione.

MARCHE

L'esenzione totale è per il primo periodo fisso e per i 5 anni successive sulle  ibride benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica  immatricolate per la prima volta nel 2017.

CAMPANIA

Le auto di nuova immatricolazione con motore ibrido benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica sono esentate dal pagamento del bollo per il primo periodo fisso e per i 2 anni successivi dall'immatricolazione.

UMBRIA

In Umbria c'è l'esenzione temporanea sulle auto a idrogeno benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrica per i successivi 2 anni dalla prima immatricolazione entro il 31 dicembre 2017.

PUGLIA

Le auto e i veicoli N1 immatricolati dal 1 gennaio 2014 con alimentazione ibrida benzina/elettrica o diesel/elettrica sono coperte con esenzione del bollo per i primi 5 anni, dal sesto in poi pagheranno con uno sconto del 25% sull'importo della tassa automobilistica.

Pubblicato in Codice della Strada il 19 Novembre 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri