1 commento

Bruno
12:00, 25 febbraio 2018

Gent.mo Michelangelo,
La ringrazio anzitutto per il gradito apprezzamento. Spiace dirlo, ma quello che è stato scritto fin'ora su questa vicenda, specie in Italia, tende ad addebitare a Rover ogni responsabilità. La realtà è un'altra, come ho cercato di spiegare nel mio articolo. Poi sarebbe stato interessante esaminare le situazioni dei due marchi sul mercato italiano, prima e durante la fusione. Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti
Bruno Pellegrini