Bimbi in auto: test TCS sulla praticità d'installazione su vetture familiari

L'installazione di vari seggiolini per bambini può sollevare problemi in certe vetture familiari. È quanto risulta da un test sulla praticità, realizzato dal TCS.

5 luglio 2010 - 10:49

L'installazione di vari seggiolini per bambini può sollevare problemi in certe vetture familiari. È quanto risulta da un test sulla praticità, realizzato dal TCS.

La maggior parte di questi veicoli è certamente in grado di trasportare da tre a quattro bambini, conformemente alle nuove prescrizioni, ma certe vetture complicano la vita ai genitori: istruzioni d'uso troppo restrittive, cinture di sicurezza non abbastanza lunghe, accesso non sempre facile ai punti di ancoraggio Isofix e Top-Tether.

Il TCS (che ricordiamo è un ente svizzero) ha sottoposto al test 15 automobili familiari molto diffuse in Svizzera, con un prezzo inferiore ai 40 000 franchi. Si trattava di verificare quanti seggiolini auto possono essere installati e quale confort offrono ai bambini. Gli esperti hanno anche compiuto prove d'installazione dei seggiolini ed esaminato la chiarezza delle istruzioni d'uso.

Per rispettare le aumentate esigenze di sicurezza, l'ordinanza sui seggiolini per bambini, entrata in vigore il 1° aprile 2010, complica la situazione dei genitori con più figli o delle persone che trasportano occasionalmente più di un bambino nella loro automobile. Da questa data, infatti, i bambini fino all'età di 12 anni o con una statura massima di 150 cm vanno sistemati in un seggiolino speciale o un rialzo sedile (l'obbligo in Italia invece c'è da tantissimi anni). Quest'esigenza ha costituito un buon motivo per il TCS per esaminare attentamente l'installazione di seggiolini in 15 veicoli familiari.

Il sedile del passeggero è idoneo al trasporto di bambini solo a certe condizioni

Sebbene il sedile del passeggero non sia stato concepito prima di tutto per il trasporto di bambini, la maggior parte dei veicoli, quando occasionalmente a bordo vi sono più bambini, offre ugualmente la possibilità di sistemarvi un seggiolino. Non proprio apprezzabile, il fatto che l'Opel Zafira sia l'unico modello che esige sia l'installazione di un dispositivo che riconosce l'occupazione del sedile (opzione con supplemento di prezzo), che l'utilizzazione esclusiva del seggiolino per bambini Opel, che disattiva automaticamente l'airbag. Anche se è possibile trasportare bambini sul sedile anteriore, in linea di principio il TCS raccomanda sempre di sistemare e assicurare i piccoli passeggeri sul sedile posteriore. Particolare prudenza è richiesta per i seggiolini installati nella direzione opposta a quella di marcia: in questo caso, l'airbag frontale va assolutamente disattivato.

Anche il sedile posteriore, a volte, riserva brutte sorprese

Quasi sempre, i bambini sono collocati sui posti laterali del sedile posteriore. Di conseguenza, questi posti vanno preparati per poter essere idonei all'installazione di diversi seggiolini. La maggior parte dei veicoli risponde a questa esigenza. Da questo profilo, la Peugeot 807, spaziosa e dotata di portiere scorrevoli, sfiora l'eccellenza. Unico aspetto negativo: l'assenza di un punto d'ancoraggio Top-Tether (vedi illustrazione allegata in fondo all'articolo). Le due Renault Grand Scenic e Kangoo sono pure convincenti per quanto riguarda la concezione del loro sedile posteriore. Invece, le cinture di sicurezza di Citroën C3 Picasso e Ford Mondeo sono troppo corte per permettere una fissazione ottimale dei seggiolini, ciò che costituisce uno svantaggio. In questi due ultimi modelli è più complicata anche la sistemazione di un guscio per bimbi. Nella Ford C-Max, la forma irregolare e la strettezza della superficie del sedile sono state soppesate negativamente dal profilo dell'installazione dei seggiolini. Può infatti capitare che i seggiolini per bambini non appoggino correttamente sul sedile.

La Toyota Verso è molto spaziosa, ma l'accesso ai punti di ancoraggio Isofix è infelice. Per quanto riguarda la VW Golf è stata fatta una constatazione negativa: quando si installa un seggiolino con il sistema Isofix o con la cintura Top-Tether, una parte del portabagagli non è più utilizzabile. Che questo inconveniente sia evitabile lo dimostrano i modelli Opel Insignia (4 porte), Seat e Peugeot 5008, che hanno integrato il 3° punto di ancoraggio nella plancia retrostante o nella parte superiore del sedile posteriore. In questo modo, vi è una buona accessibilità e non occorre aprire ogni volta il portabagagli per installare il seggiolino.

Sul sedile posteriore non è sempre possibile installare tre seggiolini

Consultando le istruzioni d'uso, si constata che il posto centrale del sedile posteriore “non è idoneo” al trasporto di un bambino a bordo della Citroën C3 Picasso e che non è autorizzato a tale scopo sulla Renault Megane. Su tutti gli altri modelli, l'installazione sul sedile posteriore di tre seggiolini per bambini è in linea di principio possibile e, secondo i costruttori, autorizzata. Durante il test, la sistemazione di tre seggiolini relativamente larghi è stata abbastanza facile sulla Peugeot 807. Lo è stata un po' meno, ma possibile, su Peugeot 5008, Renault Gand Scenic e Kangoo, Toyota Verso e VW Touran. Anche gli altri veicoli esaminati offrono la larghezza necessaria per la sistemazione di tre dispositivi di rialzo della superficie del sedile, tanto che nel veicolo possono essere trasportati fino a quattro bambini.

Soltanto Opel Zafira offre di serie una terza fila di sedili. Questo equipaggiamento è proposto in opzione o compreso nel prezzo nelle versioni più costose dei modelli Peugeot 807 e 5008, Renault Grand Scenic, Toyota Verso e VW Touran. Nessuno dei costruttori presi in considerazione in questo test offre di serie o propone in opzione seggiolini per bambini integrati.

Consiglio del TCS

Vi è una regola abbastanza semplice che agevola la ricerca della vettura familiare ideale in grado di ospitare più di due seggiolini per bambini: se il veicolo è costruito in altezza, la probabilità che tre seggiolini possano facilmente essere sistemati sul sedile posteriore è grande. In ogni caso, prima dell'acquisto, occorre definire esattamente le proprie necessità e provare a installare i seggiolini. Al riguardo, le istruzioni d'uso concernenti l'automobile e il seggiolino forniscono informazioni molto utili. Soltanto in questo modo si ha la certezza di trovare non soltanto la vettura dei propri sogni, ma anche quella idonea per la famiglia.

In basso come allegati trovate i risultati dei test e anche la valutazione di molti seggiolini in commercio.

Altre informazioni utili le trovate qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Milano, Area B: sino a 483 mila auto vietate dal 1° ottobre

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online